Spagna, morta a 69 anni la co-fondatrice di Zara Rosalia Mera

Madrid (Spagna), 16 ago. (LaPresse/AP) - È morta ieri sera all'età di 69 anni Rosalia Mera, co-fondatrice della catena di negozi d'abbigliamento Zara e la donna più ricca della Spagna. Lo ha riferito la società Inditex, che possiede l'azienda.

Mera è mancata per un'emorragia cerebrale. Da quanto riferito da 'La voz de Galicia', si trovava in vacanza alle isole Baleari con la figlia Sandra. Colpita da un ictus, è stata ricoverata in terapia intensiva in un ospedale a Minorca per poi essere trasferita in elicottero all'ospedale San Rafael di La Coruña, in Galizia, nel nord ovest della Spagna.

Mera era una sarta. Aveva iniziato disegnando lingerie, e fondò la Inditex partendo da un negozio aperto con quello che allora era suo marito, Armancio Ortega, il terzo uomo più ricco del mondo secondo la rivista 'Forbes'. Anche dopo il divorzio, avvenuto nel 1986, Mera mantenne una quota della proprietà.

Mera possedeva il 6,99% di Inditex e il valore del suo patrimonio personale è stimato intorno ai 6,1 miliardi di dollari, cifra che la rendeva 195esima persona più ricca del pianeta e la prima in Spagna.

'Forbes' nel 2013 l'ha inserita al 66esimo posto nella classifica delle donne più potenti del mondo e la prima nella lista ceome "la più ricca self-made woman". Mera si era dedicata anche alla ricerca di cure per il tumore attraverso organismi marini ed era presidente della fondazione di carità Paideia.

Oltre alla catena principale Zara, Inditex è anche proprietaria di Bershka, Masssimo Dutti, Oysho, Pull & Bear, Stradivarius, Uterque e Zara Home. Ci sono 1763 negozi Zara in tutto il mondo, e Inditex conta un totale di 6058 pnuti vendita e 120mila impiegati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata