Il figlio di Diana condanna l'intervista del 1995 ottenuta con l'inganno: "Contribuì a sue paure e paranoie"

(LaPresse) Il principe William va all’attacco della tv pubblica inglese dopo che un’inchiesta ha stabilito che l’intervista-bomba che Lady D concesse nel 1995 fu ottenuta con l’inganno. “Mia madre fu tradita non solo da un giornalista canaglia, ma dai vertici della Bbc che guardarono da un’altra parte piuttosto che fare domande scomode”, ha dichiarato in un video il Duca di Cambridge. “Ritengo che il modo ingannevole in cui è stata ottenuta l’intervista abbia influenzato in modo sostanziale ciò che diceva mia madre”, spiega il figlio di Diana.

La Principessa del Galles in quel colloquio parlò pubblicamente dei suoi problemi matrimoniali, della sua infelicità a corte e dei suoi disturbi alimentari. Un inganno che secondo l’erede al trono di Inghilterra, dopo Carlo, contribuirono alle paure, la paranoia e all’isolamento vissuti dalla madr negli ultimi anni di vita. Per William quello storico programma non dovrebbe mai più essere trasmesso: “Ha effettivamente stabilito una falsa narrativa, che per oltre un quarto di secolo è stata commercializzata dalla BBC e altri”, ha aggiunto il primogenito di Carlo e Diana.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata