Milano moda, Giorgio Armani resta fedele al grigio e rielabora la flanella

Milano, 24 feb. (LaPresse) - Sfumature tra luce e ombra, dissolvenza nel grigio e un tessuto, la flanella, reinterpretata nei capi tipici di Armani. Questi i tratti salienti della sfilata Giorgio Armani, andata in scena oggi durante la settimana della moda di Milano. Armani dà nuovo senso alle proporzioni. I nuovi pantaloni hanno una linea asciutta, sono tagliati alla caviglia ma ammorbiditi davanti da pieghe e pinces. La nuova giacca è arrotondata e riproporzionata e le forme assumono un aspetto inedito per esprimere un nuovo concetto di individualità, comfort, senso del colore, trasformazione dei materiali. Domina assoluto il grigio, che declinato in sfumature uniche, e diventa protagonista incontrastato della passerella.

La flanella, come si legge nella nota stampa, viene ammorbidita e trattata fino a diventare quasi impalpabile, come un tulle, che per la sera ricopre preziosi ricami. Perfino gli accessori sono rivestiti di flanella come i boots e gli anfibi che completano solidamente i pantaloni o, in alternativa, i bermuda morbidi che sembrano quasi delle gonne. Lampi di color lime danno un senso di stupore al grigio e al nero, come nelle macroasole di giacche, caban e cappotti. Pietre color lime per i ricami degli abiti da sera sono mescolate a pietre effetto flanella con lievi venature. Perché ogni dettaglio sottolinea una liberazione da regole e costrizioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata