Furto a Kim Kardashian: rilasciati quattro dei diciassette fermati
Uno di loro, secondo le indiscrezione dei media, è Didier D, alias 'occhi azzurri', di 60 anni, con una lunga storia militare da oltre 40 anni

Sono state rilasciate senza accuse quattro delle 17 persone che erano state arrestate lunedì in Francia in relazione alla rapina del 3 ottobre a Parigi ai danni di Kim Kardashian. Altre tre persone del gruppo erano già state messe in libertà precedentemente. Restano dunque dieci le persone agli arresti per proseguire con gli interrogatori. Gli arresti di lunedì erano avvenuti in una vasta operazione di polizia condotta simultaneamente a Parigi e nella regione di Parigi, nonché in Provenza e Costa Azzurra. Fra i 10 ancora in custodia ci sono i cinque rapinatori che la mattina del 3 ottobre fecero irruzione a Parigi nell'hotel di lusso in cui alloggiava Kim Kardashian e che, dopo averla minacciata e rinchiusa in bagno, sottrassero oggetti per un valore totale di 9 milioni di euro.

Uno di loro, secondo le indiscrezione dei media, è Didier D, alias 'occhi azzurri', di 60 anni, con una lunga storia militare da oltre 40 anni, e ha trascorso un terzo della sua vita dietro le sbarre, soprattutto per accuse di furto e traffico di droga. Gli altri quattro risultano essere complici del furto, tra cui compare un uomo di 40 anni, fratello dell'autista che lavorava per la star americana mentre si trovava nella capitale francese.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata