Feltri attacca Mannoia: "Libero carta igienica? Appropriato, canta con il c..."
L'ultima puntata di una antipatia che va avanti da mesi a colpi di tweet e post

Che non si stiano simpatici si sapeva già, ma questa volta Vittorio Feltri ha superato i limiti dell'eleganza, per dirla con un eufemismo, con Fiorella Mannoia. L'ultimo tweet al vetriolo del direttore di Libero allude a un insulto della cantante al suo giornale e glielo ritorce contro, con ben poca finezza:

Lo scontro tra i due non è nuovo. In passato Mannoia aveva attacato il giornale pe i suoi titoli urlati, come nel luglio 2017 quando, durante l'emergenza roghi sul Vesuvio, Libero titolava "A Napoli si bruciano da soli". Un riferimento a cori da stadio razzisti più volte condannati che non è piaciuto agli abitanti del capoluogo campano ma anche alla cantante, che ha imbracciato un'appasionata difesa della città.

"A Napoli non si bruciano da soli Idiota!", esordì Mannoia in un post su Facebook, per poi domandarsi se lo stesso trattamento venisse riservato a tutti gli incendi in Italia o se fosse una campagna contro il non apprezzato sindaco Luigi De Magistris. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata