Fabrizio Frizzi: "Mia figlia Stella una missione per cui vivere"
Il conduttore commenta le foto più importanti e più amate della sua vita professionale e privata

In vista del suo sessantesimo compleanno, il prossimo 5 febbraio, Fabrizio Frizzi ha accettato di commentare per 'Oggi', in edicola da domani, le foto più importanti e più amate della sua vita professionale e privata. A partire dalla grande gioia della nascita di sua figlia: "Stella è una gioia immensa e una responsabilità, una missione per cui vivere... Oggi Stella, assieme a mia moglie, mi dà la motivazione per combattere la mia battaglia, per non scoraggiarmi. Io prego di essere anche un po' fortunato, perché le terapie sono fondamentali, ma bisogna avere anche una mano sulla testa che ci guidi verso un esito finale buono. Stella è una fonte di energia incredibile, a volte fatico a starle dietro".

Frizzi commenta le sue foto da bambino, degli esordi in tv e del fascino della popolarità ("Fortunatamente con le donne mi sono comportato bene, non rischio denunce a distanza di tempo"), della prima moglie Rita Dalla Chiesa ("Una persona cui devo molto. Essendo più grande di me di dieci anni, mi ha costretto a non bighellonare troppo, a crescere e a prendermi le mie responsabilità… Anche noi abbiamo avuto i nostri momenti difficili, ma siamo stati bravi a lasciarceli alle spalle"), dei colleghi-amici Milly Carlucci, Antonella Clerici, Carlo Conti. E il primo incontro a Miss Italia 2001 con Carlotta Mantovan, oggi sua moglie: "Fui colpito dal primo piano di Carlotta che arrivò seconda: 'Ma guarda che bel viso ha questa ragazza, farà televisione'. Fu il mio primo pensiero su di lei. Ci incontrammo di nuovo l'anno dopo e da lì cominciò la nostra storia". 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata