Expo, Mascaretti: Mangiare insetti per salvare il pianeta

di Luca Rossi

Milano, 27 ott. (LaPresse) - Grilli e cavallette saranno il cibo del futuro? Andrea Mascaretti è il responsabile del progetto 'Edible insects' (insetti commestibili) per la Società umanitaria di Milano. Con LaPresse, dopo aver presentato l'idea oggi a Expo, ha parlato di una dieta anche a base di questi esserini, già molto diffusi soprattutto nei Paesi asiatici.

(Vuoi leggere altre notizie di Salute: CLICCA QUI)

Com'è nata l'idea?

"L'idea è nata per il tema di Expo. Ci siamo sempre detti: 'Come facciamo a trovare delle fonti sostenibili?'. La popolazione mondiale era di trecento milioni di persone duemila anni fa, adesso siamo oltre sette miliardi e nel 2050 oltre 9 miliardi. Produrre il cibo per tutti è molto complesso. Oggi il tasso di inquinamento è molto elevato. Quindi, per sfamare tutto il Pianeta bisogna pensare a fonti alimentare sostenibili. Gli insetti, rispetto agli altri animali, usano pochissime proteine, poca acqua e poco spazio. E non producono o quasi inquinamento da gas serra, prodotto, invece, da altri animali. Quelli allevati producono più inquinanti di tutto il sistema di trasporto. Oggi abbiamo dato un messaggio importante: è stata la prima degustazione di insetti commestibili in Italia. Abbiamo ottenuta l'autorizzazione grazie a Expo. Gli altri si sono visti sequestrare prodotti, mentre noi abbiamo avuto la deroga".


Quali sono le prime reazioni per chi li prova?


"Oggi c'è stato grande interesse, molta curiosità. Molti raccontano, se hanno viaggiato, di averli assaggiati in qualche altro Paese. Sono molto diffusi. Ci sono due miliardi di persone che ne fa uso normalmente. Abbiamo importato un quantitativo limitato di insetti, senza fare una degustazione".

Ma quali sono gli insetti commestibili?

"Sono grilli e cavallette. Nei Paesi asiatici, come la Thailandia, mangiano anche ragni e scorpioni. L'obiettivo è informare le generazioni future. Lavorare oggi per creare una produzione mondiale sostenibile, fatta di carne di suino, di bovino, di pollo, di insetti, di alghe e di meduse".

(Addio pelati: ora per far ricrescere i capelli c'è una nuova molecola: LEGGI LO STUDIO)

Però, per molti gli insetti sono schifosi.

"In Italia la maggior parte dice così, ma il 44% - secondo un sondaggio - sarebbe disponibile ad assaggiarli e a metterli nella loro dieta. Anche chi era preoccupato prima, vedendo gli altri, poi li ha assaggiati. Trent'anni fa, avrebbe mai immaginato di proporre il sushi agli italiani? Oggi il sushi lo trova non solo nei ristoranti, ma anche nei supermercati. I giovani non considerano il sushi come un cibo importato, ma fa parte dell'alimentazione quotidiana. Sono convinto che nel giro di dieci anni gli insetti entreranno a far parte dell'alimentazione europea. In Belgio si trovano nei supermercati dal 2014: i produttori hanno fatto hamburger e paste con farina di insetti. In Svizzera, ancora, il Parlamento ha votato una legge per gli insetti da usare come alimentazione umana.

Potrete approfittare anche del caso Oms sulle carni lavorate?

"Noi siamo molto cauti. Mangiando carne, la popolazione mondiale è arrivata a quota sette miliardi. Credo che bisogna mangiare tutto nelle dosi giuste. Vediamo tanti tipi di alimentazione, altrimenti diventa insostenibile. Oggi molti si procacciano gli insetti con il sistema della cattura, mentre il futuro sarà quello degli allevamenti industriali. Se io al supermercato trovassi insetti, alghe e meduse insieme con gli altri alimenti, potrebbero entrare nella mia vita. Ma vado spesso di fretta ed è più facile che mangi dei panini. La prima volta li ho provati nel 2007 in Thailandia durante la campagna per promuovere Expo. Per molti sono una leccornia. Abbiamo fatto un percorso dall'inizio di Expo con Coop, che aveva la responsabilità di realizzare il 'distretto del cibo futuro' con il supermercato del futuro. C'era da scegliere un cibo che rappresentasse un futuro e siamo stati contattati nell'autunno del 2014. Gli insetti sono una risorsa per il futuro".


LEGGI ANCHE: Salute della donna parte anche dal cibo

LEGGI ANCHE: "Il reggiseno provoca il cancro", buferqa su Gwyneth Paltrow

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata