Il Principe Filippo d'Inghilterra è morto? Almeno una quindicina di volte solo negli ultimi mesi
Il Principe Filippo d'Inghilterra è morto? Almeno una quindicina di volte solo negli ultimi mesi

Rumors e ironia intorno al presunto decesso per coronavirus del marito di Elisabetta II

 In tempi da coronavirus ogni timore è lecito, soprattutto rinvigoriscono quelli che già covavano da anni. Sono giorni che si inseguono le voci, le conferme ufficiose, le speculazioni e le sdegnate smentite sulla morte di Filippo di Mountbatten, classe 1921,  Duca di Edimburgo e già Principe di Grecia e Danimarca. Sui tabloid inglese i rumors imperversano: "Il marito è morto ma la Regina Elisabetta indugia a darne notizia a causa del regime da coronavirus". La ricostruzione è probabilmente falsa ma certamente verosimile. Il consorte reale infatti non solo ha 98 anni, con tutte le fragilità che una simile anagrafica si porta dietro, ma l'autunno scorso una brutta inflienza lo costrinse già a un ricovero con decorso complesso. Il quadro è quello di vittima da Covid drammaticamente perfetta. La stampa britannica si sbizzarrisce e trova persino nel repentino cambio di rotta di qualche giorno fa da parte del Premier Boris Johnson un indizio: dalla politica di rassegnazione e attesa di una fantomatica immunità di gregge ad allarme generale e severissimo lockdown, l'anello mancante sarebbe un change of mood dovuto non solo ai dati allarmanti di contagio ma ad un contagio blasonato da cui allontanare qualsiasi ombra di corresponsabilità. Come potrebbe poi la Monarchia allestire il commiato reale in tempi da reclusione coatta da pandemia? Un incubo e un rebus degno di segreto di Stato. Non sono pochi coloro che ironizzano sul tormentone nazionale: 'Filippo è morto, drammatico lutto per la Famiglia reale e per il Paese che dovranno piangerlo per la quindicesima volta solo negli ultimi sei mesi' ha scherzato con humor inglese uno dei più celebri comici britannici in TV.  Ad aggiungere elementi di un qualche mistero da una parte la BBC, la seconda istituzione monarchica del paese dopo la Regina, che avrebbe fatto trapelare come proprio Elisabetta si preparerebbe ad un messaggio solenne alla Nazione, interventi che nella vita di corte tre volte su tre sono dovuti a lutti illustri. Dall'altra una nota di corte che 2 giorni fa ha rivelato come il Principe Filippo - che per inciso la nota precisa stare benissimo - ha dato nuove indicazioni di quali dovranno essere i crismi delle sue future esequie: non solenni funerali di Stato ma una cerimonia più sobria e raccolta, alla presenza dei suoi familiari e degli alti dignitari di corte e del Commonwealth. Salma non esposta all'Abbazia di Westminster come si deve a un Principe Consorte ma al St James Palace. Ultimo commiato in stile militare al Castello di Windsor. Meta con certezza irraggiungibile al popolo se costretto alle misure restrittive da lockdown. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata