Cicciolina rivela: Ecco come ripresi mio figlio dopo che fu rapito
Il racconto a 'Domenica Live': "Ogni volta che ci ripenso questa storia mi sconvolge"

"Ogni volta che ci ripenso questa storia mi sconvolge. Mio figlio era stato portato illegalmente negli Usa e allora sono andata là. Ho visto, in 5 mesi, che non c'era alcun tipo di possibilità di riprenderlo, perché ero ungherese - sarà comunista?, si chiedevano - ed ero una pornodiva. Allora ho usato questo stratagemma: ho rapito Ludwig. Quando sono salita sull'aereo avevo i capelli castani, mi ero messa una parrucca, e portavo lenti a contatto nere". Così Ilona Staller, la ex pornodiva nota con il nome di Cicciolina, ha ricordato a 'Domenica Live' su Canale5 di quando è andata negli Stati Uniti a riprendersi il figlio Ludwig Maximilian rapito dall'ex marito, l'artista Jeff Koons.

LEGGI ANCHE Cicciolina: Rocco si ritira dal porno? Forse non gli tira più

Ludwig, 24 anni, nato dal matrimonio del 1991 tra Staller e Koons, ha raccontato in studio di avere ancora un rapporto con il padre e ha spiegato di aver sofferto soprattutto la presenza degli avvocati nella sua vita privata: "Ho cominciato a capire la situazione quando avevo sei anni. La cosa che ho sofferto di più è stata la presenza costante degli avvocati nella mia vita".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata