Cara Delevingne contro il Coachella, ma su Instagram la accusano: "È incoerente"
Il sentito omaggio a Beyoncé non è piaciuto a qualcuno

L'organizzatore supporta le armi e si è espresso varie volte a favore dei gruppi politici LGBT. È per questo che dal 2014 Cara Delevingne non frequenta più il Coachella dal 2014. Eppure su Instagram ha pubblicato un sentito omaggio a Beyoncé, che si è esibita nello spettacolo principale del noto festival musicale

"Sono senza parole. Quella performance - ha scritto la modella e attrice - mi ha fatta scoppiare in lacrime e venire i brividi lungo la schiena. Specialmente il momento della reunion delle Destiny's child". Parole che hanno portato molti utenti del social network ad accusarla di incoerenza. Accuse da cui Delevingne ha voluto difendersi. "Alcune persone - ha detto la giovane in un post sulle Instagram Stories - stanno commentando il fatto che io abbia parlato della mia rabbia verso il proprietario del Coachella e poi di Beyonce. Il mio hashtag è stato #Nochella. Io continuo a rifiutarmi di andare a un festival il cui proprietario è anti LGBT e pro armi. Mi è concesso di provare vergogna verso quell'uomo e il suo festival eppure di mostrare al tempo stesso il mio apprezzamento per un'artista". "Solo perché amo Beyoncé - ha scritto - non significa che ora amo il Coachella. Continuo a non andare. E non permetterò che nulla mi impedisca di mostrare il mio odio o il mio amore per qualcosa. Non lasciate che nessuno si interponga fra voi e la vostra verità".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata