Beyonce fa causa a una linea di vestiti: Non usate nome Feyonce
Beyonce ha accusato Feyonce Inc di vendere "sfacciatamente", violando le leggi, la merce "Feyonce" sul loro sito web

Beyonce, una delle pop star più famose, ha citato in giudizio per fermare la vendita di decine di camicie, maglie, canottiere e tazze da caffè che porta il nome "Feyonce", un marchio che lei ritiene troppo vicino al suo nome. In una denuncia depositata al tribunale federale di Manhattan, Beyonce ha accusato Feyonce Inc e tre individui, tutti di San Antonio, di vendere "sfacciatamente", violando le leggi sulla vendita, la merce "Feyonce" sul loro sito web, http://www.feyonceshop.com 


Tra gli oggetti in vendita c'è una tazza $ 14,95 con la frase "he put a ring on it", che Beyonce aveva scritto per il testo della canzone "Single Ladies". La cantante, 34 anni,  è sposata con il rapper Jay Z e ha vinto premi Grammy come solista e con le Destiny's Child:  ha detto che la vendita di imitazioni Feyonce confonde i consumatori e le provoca un suo danno irreparabile, e che gli stessi imputati hanno ignorato le sue richieste di fermare le vendite. 

 

 

Una foto pubblicata da Beyoncé (@beyonce) in data:

Un legale Andre Maurice, si è spinto fino a presentare due domande di registrazione di marchio negli Stati Uniti per "Feyonce", con e senza l'accento sulla "e". "Gli imputati hanno adottato il marchio Feyonce per richiamare alla mente Beyonce e la sua canzone famosa,", ha detto nella querela. "La loro condotta è intenzionale, fraudolento, dannoso, intenzionale e sfrenata"

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata