un frame dell'intervista esclusiva di Asia Argento al Daily Mail
"Mi ha lasciato un vuoto incolmabile". Asia Argento rompe il silenzio sul suicidio di Bourdain

Per la prima volta l'attrice travolta dallo scandalo molestie parla della morte del fidanzato chef

"La morte di Anthony mi ha lasciato un vuoto incolmabile". Per la prima volta da quando il suo compagno si è tolto la vita, Asia Argento rompe il silenzio. Da quando lo chef statunitense Anthony Bourdain è stato trovato morto in una camera d'albergo vicino a Strasburgo, in Francia, lo scorso 8 giugno, l'attrice non aveva ancora parlato pubblicamente.

"La rabbia mi tiene viva, perché la disperazione non ha fine", confessa Asia in un'intervista esclusiva a Daily Mail Tv. Dove racconta anche la relazione con Anthony, durata due anni. Quanto basta perché lo chef si avvicinasse anche ai suoi figli, Anna Lou e Giovanni. "La prima reazione alla sua morte - continua l'attrice - è stata rabbia, perché aveva abbandonato me e i miei figli. Poi ha lasciato spazio a un vuoto, che niente può colmare".

Foto LaPresse - Pietro Masini Firenze 22/05/2018 Asia Argento col compagno Anthony Bourdain assistono all'opera "La battaglia di Legnano" seguiti dalle telecamere della CNN. lapresse-onlyitaly specialgossip

Le parole di Asia, passata da paladina del movimento #MeToo per aver denunciato le violenze sessuali subite da Harvey Weinstein a molestatrice, arrivano poco dopo l'intervista di Massimo Giletti a Jimmy Bennett, l'attore che la accusa di averlo fatto ubriacare e poi di aver abusato di lui in un hotel di Marina del Rey in California quando lui era ancora 17enne. "La chiamavo mamma, poi mi ha violentatop", ha raccontato Bennett in diretta tv. Un'accusa che però, secondo Dario Argento, padre di Asia, rientrerebbe in una vendetta di Weinstein nei confronti della figlia. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata