L'attore si è raccontato in esclusiva, a FQ Magazine, dopo essere rimasto in silenzio per molti mesi

Gabriel Garko“Ho ripreso in mano la mia vita ed è una fortuna che non tutti hanno”. Gabriel Garko si racconta così, in esclusiva, a FQ Magazine, dopo essere rimasto in silenzio per molti mesi. L’attore torinese, 49 anni, ha raccontato che sta vivendo una fase di “riadattamento. Non è facile spiegarlo, perché da una parte è come se mi sentissi nudo ed esposto, dall’altra come se mi stessi adattando dopo aver ritrovato me stesso e i miei spazi”.

Circa un anno fa, al Grande Fratello Vip, Gabriel Garko ha tirato giù la maschera. “Il problema nel mio caso è che mi ero abituato a indossare tante maschere, un po’ per scelta, un po’ per costrizione, ma in nessuna stavo davvero comodo. Oggi mi ritrovo a 49 anni ad affrontare una rinascita totale, a respirare a pieni polmoni”, ha raccontato.

“Ho sempre frequentato gente con i piedi ben piantati per terra, che mi riportavano alla vita vera. E poi l’atteggiamento della mia famiglia è stato fondamentale, i miei genitori non mi hanno trattato come il figlio famoso. Quando dissi a mia mamma che avrei fatto Sanremo con Carlo Conti, mi rispose: ‘Ah, bello. Senti oggi devo portare il cane dal veterinario”, ha raccontato ancora Gabriel Garko, parlando della sua famiglia.

Proprio nell’aprile scorso l’attore ha perso il padre dopo una lunga malattia. “Davanti a me non lo ha mai dimostrato ma so che era orgoglioso di ciò che ho costruito. Devo ancora affrontarla in modo sano la sua morte. Non è facile. Così come non è stato facile stargli vicino: gli ultimi due ricoveri sono avvenuti in pieno Covid e non poterlo salutare come avremmo voluto è un peso sul cuore”, ha ricordato.

Gabriel Garko racconta: “Aspetto il personaggio giusto”

Adesso il lavoro: “Dopo quattro anni di stop ho deciso di tornare a recitare. Sono scaramantico, ci sono dei contatti in atto e altri lavori rallentati dal Covid. Mi hanno proposto tanti ruoli, molti dei quali li ho rifiutati, ma mai quello del gay. Che comunque farei senza problemi. Ora aspetto il personaggio giusto, voglio fare qualcosa di inedito, che spiazzi e stupisca il pubblico”.

E sui quattro anni in cui è stato fermo, Gabriel Garko assicura: “Ho ripreso in mano la mia vita. Sono stato bene, ho coltivato le mie passioni, ho studiato psicologia quasi come se seguissi un percorso universitario. Mi sono tolto tanti sfizi e adesso mi manca visceralmente il set”.

Sulle sue paure l’attore piemontese ha confessato: “Mi spaventa la malattia. Oggi si può invecchiare bene e io mi curo, faccio le vitamine. Ma non mi sono mai ritoccato, contrariamente a ciò che dicevano di me in tv commentatori e commentatrici dall’alto delle loro labbra a canotto”. Infine il più grande sogno: “Sono una persona estremamente realista ma sto tanto con la testa per aria. Vorrei un figlio. Ci sto pensando seriamente”.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Gabriel Garko (@gabrielgarko_official)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata