Tutto pronto per le nozze siciliane: i due fidanzati reali pronunceranno il fatidico "Sì" nel Duomo di Monreale, alle porte di Palermo

don-jaime-di-borbone

Dopo i royal wedding romani di lady Kitty Spencer e Maria Astrid del Liechtenstein, un nuovo matrimonio reale vedrà l’Italia come protagonista. Stiamo parlando del principe Don Jaime di Borbone, che sabato 25 settembre sposerà la nobile scozzese Lady Charlotte Diana Lindesay-Bethune.

Don Jaime di Borbone, discendente diretto dell’ultimo re delle Due Sicilie

Don Jaime di Borbone (27 anni), primogenito di Pietro di Borbone e Donna Sofia Landaluce y Melgarejo e discendente diretto di Francesco II, ultimo re delle Due Sicilie, sposerà Lady Charlotte Diana Lindesay-Bethune (28 anni), figlia minore del sedicesimo conte di Lindsay nel Duomo di Monreale, una piccola città alle porte di Palermo.

Nessuna informazione è trapelata sino ad ora, se non che sono previsti circa duecento invitati tra parenti nobili e amici. Stando ai rumors circolati in rete, sembra che dopo la cerimonia religiosa nel Duomo sposi e invitati si sposteranno nei giardini dell’Ars per un aperitivo, per poi raggiungere Palazzo Mazzarino dove si terrà il pranzo reale.

Negli scorsi mesi i due fidanzati reali erano stati accolti a Palazzo Reale dal presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, al quale avevano chiesto di poter tenere il ricevimento di nozze nel palazzo che fu dei Borbone. Il permesso, neanche a dirlo, era stato subito accordato: “Sono molto felice di ospitare in questo meraviglioso Palazzo Reale, che fu anche casa dei Borbone delle Due Sicilie, il ricevimento delle nozze di un discendente diretto dell’ultimo Re Francesco II° e della sua nobile sposa”, aveva affermato Micciché.

Lo sposo, duca di Noto e discendente diretto di Francesco II, vive a Parigi, è laureato in giurisprudenza, ha conseguito un master in Economia aziendale e, dal 2018, è direttore di un fondo di venture capital. La sposa, invece, è laureata a Oxford e lavora alla Citibank di Londra.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata