La Principessa di Monaco mette da parte le precarie condizioni di salute per proseguire la campagna in difesa dei rinoceronti

charlene-wittstock, alberto-di-monaco

Charlène Wittstock, moglie del Principe Alberto di Monaco, si riaffaccia dal suo account Instagram. La Principessa ha pubblicato due storie, invitando i follower a donare per l’iniziativa “Rhino horn not cool”, portata avanti con la sua Fondazione benefica a tutela dei rinoceronti che rischiano l’estinzione per mano di spietati bracconieri.  

Dunque la battaglia per la salvaguardia della fauna da parte di Charlène va avanti nonostante le precarie condizioni di salute. Charlène, infatti, è bloccata in Sudafrica, dove si era recata a gennaio per questa iniziativa, a causa di una grave infezione otorinolaringoiatrica contratta a maggio e che le è costata tre interventi chirurgici, l’ultimo a metà agosto in anestesia generale.

Il marito e i gemelli Jacques e Gabriella le hanno fatto visita poche settimane fa, quando sembrava che Charlène fosse sulla strada della guarigione definitiva. Il Principe Alberto aveva dichiarato alla rivista “People” che sarebbe tornata a Monte Carlo prima della fine di ottobre: “Dipende da quello che dicono i medici. Ma forse sarà prima del previsto. Sono abbastanza certo che riusciremo a ridurre un po’ quel lasso di tempo”.

Charlène Wittstock, condizioni attualmente stabili

Tuttavia, il primo settembre l’ex campionessa di nuoto è collassata in casa ed è stata ricoverata d’urgenza, anche se dimessa il giorno dopo alla luce di controlli rassicuranti. I medici hanno reso noto che le condizioni della Principessa sono stabili, ma non tali da permetterle di intraprendere il volo che la riporterebbe a Monte Carlo dove i figli hanno appena ricominciato la scuola.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata