Alla sua prima gara olimpica non è riuscita a qualificarsi per la finale del salto individuale, ma ha trascinato la squadra statunitense nella finale a squadre

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Jessica Springsteen (@jessicaspringsteen)

Jessica Springsteen ha disputato in sella al suo cavallo (Don Juan Van de Donkhoeve) la sua prima gara olimpica a Tokyo 2020. La figlia del “Boss”, Bruce Springsteen e Patti Scialfa, a Londra 2012 era nella squadra di riserva della federazione equestre americana e non aveva partecipato alle gare.

jessica-springsteen

Jessica Springsteen

A Tokyo, invece, ha potuto gareggiare e, anche se non è riuscita a qualificarsi per la finale del salto individuale, ha trascinato la squadra statunitense nella finale di salto a squadre.

Jessica, 30 anni, è salita in sella a un pony a 6 anni e da allora non ha più abbandonato i cavalli. Nel 2014 ha vinto l’American Gold Cup. Nel 2016 il trionfo nella sua prima gara di salto Grand Prix a Cinque stelle, mentre nel 2016 ha dovuto rinunciare alle Olimpiadi di Rio per un infortunio al suo cavallo.

Jessica Springsteen ed il fidanzato italiano

Il cuore di Jessica batte anche per l’Italia. Il suo fidanzato, infatti, è il cavaliere leccese Lorenzo De Luca, 34 anni, vincitore, tra le altre cose, del Gran Premio Roma a “Piazza di Siena” nel 2018. Proprio con Lorenzo, Jessica ha trascorso alcuni mesi, lo scorso anno, in Italia.

“Ho trascorso gran parte del primo lockdown in Italia e ho tanti ricordi. Mi manca un sacco, non vedo l’ora di tornarci soprattutto per le persone, il loro calore, la generosità, il temperamento. E per la freschezza dei cibi a tavola. Finisco sempre tutto quello che ho nel piatto quando sono in Italia”, ha confessato l’atleta statunitense in un’intervista del marzo scorso.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Lorenzo De Luca (@lorenzodl87)

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata