Il gruppo comico napoletano ha raccontato segreti e aneddoti ai giovani di Impact!” e “Generator +13”

I ragazzi dei The Jackal protagonisti al Festival di Giffoni. Simone Ruzzo, Alfredo Felco, Aurora Leone, Claudia Napolitano e Gianluca Colucci hanno incontrato i giovani nella sezione “Impact!” e i “Generator +13” e tra aneddoti e battute, hanno ripercorso le tappe fondamentali della loro carriera, dagli esordi al successo online.

Numerose le domande dei ragazzi, alcune anche su temi di attualità, dalla libertà personale alle discriminazioni. ”Ognuno va tutelato. Sentitevi sempre liberi di essere come siete”, il messaggio di Aurora al giovane pubblico di Giffoni.

The Jackal e l’incontro sui banchi di scuola

the-jackal

The Jackal con il Governatore De Luca

Poi i racconti sui loro inizi, l’incontro tra i banchi di scuola. “Abbiamo iniziato per passione, senza fini commerciali. YouTube non c’era.

Solo dopo, quando abbiamo iniziato a caricare i video, abbiamo visto che le persone si iscrivevano al nostro canale e abbiamo capito che sarebbe potuto diventare un lavoro”, hanno raccontato Alfredo e Simone, del nucleo storico dei The Jackal.

 

“Abbiamo sempre cercato di evolverci, anche in base all’evoluzione dei social, che abbiamo deciso di seguire’”, hanno aggiunto. Una comicità trasversale ai vari mezzi, da internet alla tv, passando proprio per il cinema.

”Abbiamo di base una comicità che si fonda su quello che ci fa ridere, che ci diverte. Per il cinema si è soggetti a una sceneggiatura ma conserviamo comunque i nostri tratti caratteristici perché siamo riconosciuti in un certo modo. Ma non limitandoci al web sperimentiamo altre piattaforme e quindi l’anima rimane”, ha concluso Aurora.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata