L’attore statunitense, 58 anni, si è sentito male in New Messico. Le sue condizioni sono stabili

Paura sul set per Bob Odenkirk, collassato improvvisamente, in New Messico, nel corso delle riprese della sesta stagione di “Better Call Saul”. L’attore statunitense, 58 anni, è stato immediatamente trasportato in ospedale e, secondo quanto riportato dalla famiglia in un comunicato, ha avuto un “problema cardiaco”. Le sue condizioni, al momento, sono stabili. Il figlio, Nate, ha rassicurato i fan dell’attore con un messaggio su Twitter: “Si sta riprendendo”.

Bob-Odenkirk

Bob Odenkirk

La famiglia di Bob Odenkirk, poi, ha ringraziato “medici, infermieri, colleghi e produttori per essere stati al suo fianco”. Odenkirk si è sentito male ed è crollato a terra mentre stava girando una scena della sesta e ultima stagione di “Better Call Saul”. È stato portato d’urgenza in ospedale ad Albuquerque dove è ancora ricoverato.  

Bob Odenkirk collassa sul set, la vicinanza dei colleghi

Odenkirk è stato quattro volte candidato ai Golden Globe per il ruolo di Saul Goodman, che interpretava nella serie pluripremiata “Breaking Bad” e nella stessa “Better Call Saul” che ne è lo spin-off. Di recente Bob Odenkirk aveva annunciato di essere al lavoro su una sua autobiografia che dovrebbe uscire il prossimo anno.

Bryan Cranston, attore che ha recitato nel ruolo di Walter White in “Breaking Bad”, ha pubblicato su Instagram una foto che lo ritrae insieme a Bob e un messaggio che invita tutti a pregare per lui

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Bryan Cranston (@bryancranston)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata