Dopo il primo volo da turista spaziale, il fondatore di Virgin Richard Branson ha in serbo un nuovo progetto

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Richard Branson (@richardbranson)

 

Qualche giorno fa ha ufficialmente inaugurato l’era del turismo spaziale, decollando a bordo di uno speciale aereo Virgin Galactic dallo scalo costruito in New Mexico. Richard Branson ha raggiunto i 90mila metri di quota e ha potuto ammirare la Terra dallo spazio.
 
Virgin Galactic Branson

Richard Branson festeggia il suo viaggio


Adesso l’eccentrico miliardario ha un nuovo sogno: costruire un hotel sulla Luna. È una cosa che “ho sempre sognato”, ha rivelato. Un progetto che potrebbe dare impulso definitivo al turismo fra le stelle.
 

Il progetto di Richard Branson 

 
Il miliardario ha fatto sapere che i futuri clienti avranno presto a disposizione “molte più astronavi” della Virgin, riducendo gradualmente il costo del viaggio. Attualmente, infatti, un biglietto per i confini dello spazio con Virgin Galactic dovrebbe costare circa 250mila dollari, ma l’idea è di offrire la possibilità a una platea di clienti decisamente più ampia.
 
Poi il miliardario ha aggiunto: “Se un giorno costruiremo un hotel sulla Luna, che è qualcosa che ho sempre sognato, o se lo lasceremo fare ai miei figli, sarà una cosa bellissima. Si tratta di un sogno che mi piacerebbe realizzare un giorno”.
 
Intanto Branson spera che, dopo il suo decollo dallo Spaceport America nel New Mexico, lo scorso 11 luglio 2021, l’industria del turismo spaziale possa crescere a ritmo sostenuto. Nel frattempo Jeff Bezos, fondatore di Amazon, con Blue Origin diventerà il secondo “fondatore-miliardario” ad andare nello spazio con il proprio velivolo il prossimo 20 luglio.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata