Il portiere azzurro è rientrato nella sua cittadina d’origine, prima di salutare il Milan per iniziare una nuova avventura

gigio-donnarumma

Gigio Donnarumma

Acclamato e osannato, accolto da un bagno di folla che ha intonato cori da stadio. Gigio Donnarumma è tornato nella sua Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, per festeggiare in famiglia e con i suoi concittadini il trionfo agli Europei di calcio, dopo la grande festa di Wembley e le emozioni vissute a Roma.

“Tornare a casa è sempre bellissimo, farlo da miglior giocatore del torneo è ancora meglio”, ha detto Donnarumma affacciandosi al balcone della villetta di famiglia per salutare i tifosi. A Castellammare di Stabia il portiere ha frequentato la scuola di calcio dai 6 ai 14 anni e i suoi concittadini lo hanno accolto con striscioni e cartelli.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Giosuè D’Amora (@giosue.damora.9)

A festeggiarlo anche Giosuè D’Amora, il sindaco di Santa Maria la Carità, la cittadina che confina con Castellammare di Stabia e che si “contende” la residenza del portiere. Il primo cittadino è riuscito a scattare un selfie a casa Donnarumma e lo ha condiviso sui social.

“Gigi, che ci ha portato alla vittoria dell’Europeo, è un talento del nostro comprensorio e lui e la sua famiglia avranno sempre le porte aperte”, ha scritto il primo cittadino, che ha fatto una foto con Donnarumma con tanto di medaglia al collo.

Gigio Donnarumma saluta il Milan: “Certe scelte sono difficili”

Per il portiere azzurro, adesso, arriva una nuova avventura, al Psg. Dopo otto anni al Milan, tra giovanili e prima squadra, Gigio (22 anni) ha detto addio ai colori rossoneri: “Certe scelte sono difficili, ma fanno parte della crescita di un uomo. Sono arrivato al Milan che ero poco più di un bambino, per otto anni ho indossato questa maglia con orgoglio, abbiamo lottato, sofferto, vinto, pianto, gioito, insieme ai miei compagni, ai miei allenatori, a tutti coloro che hanno fatto e fanno parte del Club, insieme ai nostri tifosi che sono parte integrante di quella che per tanti anni è stata una famiglia”, ha scritto Donnarumma in una lunga lettera di addio postata sui social.

“Ora è arrivato il momento di salutarci, una scelta che non è stata semplice, anzi, e sicuramente non basta un post per spiegarla, o forse nemmeno può essere spiegata perché i sentimenti più profondi difficilmente possono essere tradotti in parole. Quello che posso dire è che a volte è giusto scegliere di cambiare, di affrontare sfide diverse, crescere, completarsi”, ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata