L'ex Miss Italia era molto pigra, poi ha scoperto lo sport: “Con 30 minuti di allenamento al giorno ho trovato il mio equilibrio”

Francesca Chillemi è sempre perfetta. In molti si chiedono come faccia a mantenere un corpo da Miss, così lei ha deciso di svelaresegreti della sua forma fisica. L’attrice 35enne, eletta Miss Italia nel 2003 (legata a Stefano Rosso e mamma di Rania, nata nel 2016), a ‘Ok Salute e Benessere’ ha raccontato quanto fosse pigra in passato e quanto mangiasse male. Abitudini sbagliate che ha perso grazie all’appoggio del suo compagno.
 
“Con 30 minuti di allenamento al giorno ho trovato il mio equilibrio”, ha confessato Francesca Chillemi. L’ex Miss ha aggiunto di essere stata una bambina “un po’ selvaggia”. Iscritta dalla mamma a danza classica, poco dopo Francesca ha smesso.

Francesca Chillemi: “Dai 18 ai 28 anni me ne sono letteralmente infischiata”

Francesca Chillemi

Francesca Chillemi durante un evento


“A durare poco non è stata solo la frequentazione presso la scuola di ballo, ma in generale tutto il mio impegno nei confronti dello sport. Dai 18 ai 28 anni me ne sono letteralmente infischiata, incurante dei benefici che il mio corpo avrebbe potuto trarre. Sono sempre stata molto pigra e questo aspetto del mio carattere ha contribuito a tenermi lontana dall’attività fisica, specie se particolarmente impegnativa. Inoltre, ho iniziato da subito a fare la modella e poi l’attrice e ciò mi ha trasformata in una nomade”, ha raccontato.
“L’alimentazione in quegli anni rifletteva il mio stile di vita: disordinata, improvvisata e lasciata al caso. Così, quando salivo sulla bilancia e vedevo la lancetta segnalare un numero che non mi piaceva, mi buttavo su una qualsiasi dieta dimagrante. Le ho provate tutte, da quella del minestrone alla chetogenica, passando per la dissociata. Nel breve periodo notavo qualche effetto positivo, ma poi recuperavo tutti i chili smaltiti”, ha aggiunto Francesca Chillemi.

Francesca Chillemi punta sullo sport: “Cerco di intenderlo come un piacere

Per fortuna con il tempo è arrivata la consapevolezza di dover curare il proprio corpo, grazie soprattutto al compagno che è molto sportivo: “Ho iniziato con discipline più blande come la ginnastica posturale in abbinamento a un piccolo circuito di tonificazione. Poi sono passata a yoga e pilates. Nonostante questo slancio di rinnovamento, il tempo che ancora oggi dedico allo sport non supera quasi mai la mezz’ora e, soprattutto, cerco di intenderlo come un piacere”, ha detto.
 
Poi Francesca Chillemi ha concluso: “Non sono ossessionata dall’idea del fisico scolpito e tanto meno ho voglia di ‘ammazzarmi’ di chilometri di corsa o di esercizi per averlo. Certo, come tutti anche io ho le mie paranoie e insicurezze, ma ho imparato ad accettarle trovando l’equilibrio proprio nel benessere che mezz’ora di yoga o di pilates è in grado di darmi”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata