Migliorano le condizioni di Lando Buzzanca, colpito da emorragia cerebrale circa un mese fa. Presto potrebbe tornare a casa...

lando-buzzanca, francesca-della-valle“Mio padre Lando Buzzanca sta meglio e presto potrebbe tornare a casa. Non sappiamo ancora se il malore ha lasciato dei danni, ma il peggio è passato”.

Lando Buzzanca, lo stato di salute dell’attore

Con queste parole Massimiliano, figlio di Lando Buzzanca, racconta quanto accaduto al padre al settimanale “Oggi” e rivela notizie sullo stato di salute dell’attore, 86 anni il prossimo 24 agosto.

Massimiliano, che attualmente è tra i protagonisti della soap di Raitre “Un posto al sole”, ha ricostruito i momenti che hanno seguito il ricovero di Lando Buzzanca, avvenuto circa un mese fa per un’emorragia cerebrale.

“È stato incosciente per qualche giorno, andavo a trovarlo ma potevo vederlo solo attraverso una finestrella”, ha ricordato Massimiliano. “Aspettiamo che lo facciano tornare a casa, intanto sta facendo logopedia, fisioterapia, tutte le cure che gli sono state prescritte dai neurologi”, ha precisato ancora il figlio dell’attore.

La compagna Francesca: “Ho ottenuto di poterlo vedere per pochi minuti”

Anche Francesca Della Valle, compagna del celebre attore siciliano, è riuscita a vederlo. “Sono riuscita a salutare Lando dalla finestrella, ho ottenuto di poterlo vedere per pochi minuti e di constatare di persona, con i miei occhi, il suo stato di salute. Dopo più di un mese mi sono rincuorata” ha detto ad “Oggi”.

Leggi anche: Francesca Della Valle, “Mi tengono lontana da lui”

Nei giorni scorsi Francesca Della Valle, da cinque anni compagna di Buzzanca, aveva “denunciato” che l’amministratore che dal 2020 gestisce il patrimonio dell’attore le impediva le visite. “Quando Lando uscirà, ci batteremo per dare un riconoscimento giuridico a quelle coppie che manifestano pubblicamente sentimenti come l’affetto e l’amore. Nel nostro caso sono stati violati diritti e libertà”, ha raccontato.

Su questa vicenda, il figlio dell’attore, Massimiliano Buzzanca, ci ha tenuto a precisare: “Sia io che mio fratello non abbiamo mai impedito a nessuno di vederlo né abbiamo mai avuto desiderio di isolarlo. È che papà, per quanto fantastico e vitale, è un uomo di 86 anni che anni fa avuto un ictus e ora un’emorragia cerebrale”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata