Michael e Anthony sono due gemelli che in un paio d'anni hanno raggiunto i 9 milioni di follower su Tik Tok. Barbara Fabbroni li ha intervistati per LaPresse.it

Michael e Anthony, ovvero _madtrinity_, 9 milioni di follower su TikTok. Classe 1993, sono due gemelli dalle facce plastiche e dalle idee divertenti e creative.
In 3 anni i hanno conquistato il pubblico posizionandosi al secondo posto nella classifica italiana dei più influenti Tiktoker italiani secondi solo a Gianluca Vacchi. Barbara Fabbroni li ha intervistati per LaPresse.it

Chi sono i _madtrinity_?
“Siamo milanesi, gemelli, 28 anni compiuti da poco, simpatici e disponibili. Michael è più estroverso. Abbiamo fatto la scuola di grafici pubblicitari, abitiamo a Lodi”.

Cosa vi piace?
“Ci piacciono i dialetti, le imitazioni e tutto quello che fa sorridere”.

_madtrinity_ perché all’inizio erano in 3

Eravate in tre, da questo il nome _madtrinity_?
“Il terzo… è una lunga storia. Ogni tanto appare, si chiama Brian. Adesso è nella fase di ‘gattonamento‘ di una ragazza e sta prendendo la patente e allora si è un po’ defilato, ultimamente non è tanto presente, vive a Bergamo ed è un po’ distante, poi sicuramente sarà più presente”.

Come nasce l’idea di _madtrinity_?
“Mia, che sono Michael. Vidi TikTok dalla cuginetta e mi incuriosì tanto. Lei faceva questi video così le chiesi: ‘Ma cosa stai facendo?’. Lei parlava, ma non diceva nulla, era buffa, così l’ho scaricata, mi è piaciuta, feci un video e lo caricai. All’inizio mi avevano scambiato per gay, ma sono etero, mi incavolai tantissimo, non ho nulla contro i gay, ma io non lo sono. Quel video fece tantissime visualizzazioni, così decisi di continuare. Poi, ho tirato dentro anche Anthony, che all’inizio era molto suscettibile. Abbiamo iniziato pian piano”.

In che anno avete iniziato?
“Nel 2019”.

Durante la pandemia avete avuto successo su TikTok?
“Abbiamo iniziato prima del Covid, poi con la pandemia la cosa è diventata significativa”.

Come vi spiegate questo successo?
“Siamo persone umili, non ci crediamo chissà chi, stiamo sempre con i piedi per terra. Un po’ però ce lo aspettavano poiché noi abbiamo questa dote delle mimiche facciali che ci aiutano molto nel caratterizzare il personaggio. Sin da bambini ci siamo divertiti a fare le facce buffe, facevamo ridere tutti e poi ci abbiamo preso gusto. Mamma ha conservato tutte le foto, ogni tanto le guardiamo e ci mettiamo a ridere perché siamo davvero simpatici! Siamo fatti così, due ragazzi che vogliono prendere la vita con leggerezza, che non è superficialità. Perché di fatto nella vita siamo intelligenti e seri”.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da _Mad Trinity_ (@_madtrinity_)

E Joker?
“All’inizio abbiamo avuto molto successo con i video di Joker, imitando un ragazzo indiano. Adesso l’India è fuori da TikTok perché la app è stata bannata per motivi religiosi. Facendo il Joker eravamo in poco tempo arrivati a 2 milioni, poi abbiamo cambiato un po’ il format senza abbandonare la caratteristica dei nostri volti e siamo arrivati ai 9 milioni in soli 2 anni. Un bel traguardo”.

Avete molte sponsorizzazioni?
“Un po’ ci sono capitate, non ci lamentiamo, ma se potessero aumentare sarebbe una bella cosa. Molte persone sottovalutano la nostra capacità, quindi non ci propongono nulla perché in fondo siamo due comici, invece nel nostro profilo abbiamo anche brand importanti e indossiamo i loro capi di abbigliamento. Non facciamo solo comicità”.

Vi piace la moda?

“Si! È il nostro punto di forza, amiamo la moda, gli stili che propongono alcuni stilisti. Su Instagram stiamo proprio puntando su questo”.

Sulla scia di Bonolis & Laurenti

State studiando recitazione?
“Abbiamo fatto recitazione a Milano. Poi, una volta che ci siamo trasferiti nel lodigiano non abbiamo più potuto seguire la scuola di recitazione”.

E come fate?
“Siamo autodidatti. Noi _madtrinity_ guardiamo e apprendiamo subito”.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da _Mad Trinity_ (@_madtrinity_)

La vostra giornata come è strutturata?
“Al mattino facciamo delle foto per Instagram successivamente ci mettiamo su TikTok per vedere i video, per questo lavoro ci vogliono due ore. Poi facciamo dei live dalle 8 circa del mattino fino alle 10. Dai live abbiamo tanta interazione, ci seguono da tutte le parti del mondo e abbiamo la necessità di comunicare in più lingue”.

Nei live cosa fate?
“Noi ci pensiamo un po’ come la coppia Paolo Bonolis e Luca Laurenti, uno serio e l’altro trasgressivo. I live dei _madtrinity_ sono d’intrattenimento, affrontiamo vari argomenti e proponiamo varie situazioni, comiche, leggere o impegnate. Ci piace anche affrontare i temi del quotidiano, di quello che accade nella vita. Nulla è scontato. Tutto dipende dal mood delle giornate”.

Avete una faccia che richiama Totò, forse dipende dalla napoletanità che vi arriva da vostra madre?
“Ce lo dicono tutti. Ho un quadro di Totò che ogni tanto guardo e mi dico: Chi è questo qui?”.

I vostri progetti?
“Abbiamo tanti progetti, ci piacerebbe entrare nel mondo della recitazione. Ci piacerebbe partecipare a un film comico, una commedia… nel contempo ci piace molto la moda e abbiamo in progetto di dedicarci anche a questo settore. Presto approderemo su Twitch, non facendo le cose in streaming, dove si fa solo casino e baldoria. La nostra intenzione è fare delle dirette dalle nostre scrivanie senza eccedere nel trasgressivo maleducato”.

E poi?
“Vorremmo aprire un ristorante. Però questo è un progetto che ancora deve attendere un po’”.

I vostri genitori sono contenti?
“La mamma fino a poco tempo fa non credeva a tutto questo, poi pian piano vedendo tutte le persone che ci seguivano è stata coinvolta da questo mood dei _madtrinity_ ed è felicissima. È molto contenta di quello che siamo oggi. Papà è un nostro fan, anche se siamo in live in casa, lui apre il nostro profilo e si guarda tutto attraverso la piattaforma di TikTok dal suo telefono”.
L’incontro con la stylist Laura Eva Carli come è avvenuto?

Laura ha visto un nostro video, l’abbiamo incuriosita e così ha pensato di suggerirci degli outfit. Da lì è nata la nostra collaborazione. Laura Eva Carli è una persona particolare e ci sta molto a cuore. Adesso ci sta sottoponendo altri outfit”.

Da grandi cosa farete?
“Noi vorremmo continuare con questo passo e, come detto, in più aprire un nostro ristorante dove coinvolgere tutta la famiglia”.

Magari potrebbero chiamare il locale _madtrinity_, come il nickname che li ha resi tanto famosi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata