Un gioco creato da Kim Kardashian ha una trama che ricalca la storia dei duchi di Sussex

Fra le tante attività delle quali si occupa, Kim Kardashian ha anche creato un videogioco per smartphone. Si chiama ‘Royal Runaways’ e ha una trama molto speciale: i protagonisti sono un principe e una principessa che vogliono fuggire dalla famiglia reale considerata da loro inospitale. E che a un certo punto rilasciano un’intervista scomoda. Ogni riferimento non è casuale: l’influencer è stata costretta a rimuovere il nuovo livello del gioco perché la storia è troppo simile a quella del principe Harry e di sua moglie Meghan Markle. Per questo Kim Kardashian è stata accusata di voler speculare sulla vicenda.

Harry e Meghan Markle

Harry e Meghan Markle nel giorno delle nozze


Una fonte vicina a Kim ha rivelato alla stampa britannica che in realtà la star dei reality non era a conoscenza della trama del gioco e che proprio per questo motivo ha preso troppo tardi “provvedimenti per assicurarsi che questa trama fosse rimossa”. Kim avrebbe anche chiesto un’indagine interna per garantire che un passo falso del genere non ricapiti più.
Il risultato di questa bufera è stata l’immediata rimozione del nuovo livello dall’app. A confermarlo sono stati gli stessi produttori del gioco: “È chiaro che abbiamo sbagliato il bersaglio e ci scusiamo sinceramente. Non intendevamo indirizzare alcuna negatività verso una persona o un gruppo di persone in particolare. Il contenuto non è più disponibile nel gioco”, ha detto un portavoce dell’azienda.

Harry e Meghan Markle finiscono sull’app

Kim Kardashian

Kim Kardashian


Kim Kardashian ha lanciato la sua app nel 2014, incoraggiando i fan a seguire il gioco e a progredire attraverso diversi livelli, con la possibilità di acquistare i “K Coins”, speciali metodi di pagamento, per facilitare le missioni da superare.
 
Il livello “incriminato” è stato chiamato Royal Runaways e aveva come protagonisti un personaggio, chiamato principessa Bianca, che insieme a suo marito, il principe Aston, vuole lasciare la vita da reale e per questo richiedere un confronto con la Regina.
 
Insomma, sembra davvero un copia e incolla della vita, questa volta reale, del secondogenito di Carlo Diana e della sua bella moglie attrice. Un riferimento inopportuno, perfino agli occhi della creatrice del gioco.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata