L'attore e premio Oscar confessa di aver attraversato un periodo complicato

Sebbene la decisione di Matthew McConaughey di abbandonare il ruolo di protagonista in commedie romantiche risalga ai primi anni 2000, oggi l’attore ammette che quella decisione ha segnato un periodo spaventoso e difficile.

“Ero il ragazzo delle commedie romantiche. Mi sono divertito a farlo e hanno pagato bene”, ha dichiarato recentemente ad AARP The Magazine

MatthewMcConaughey-Camila-Alves

Matthew McConaughey e la moglie Camila Alves. Foto da Instagram

Ma dopo l’incontro con la modella brasiliana Camila Alves, sposata con una cerimonia cattolica nel 2012 e oggi madre dei suoi tre figli, Matthew McConaughey ha cominciato a maturare nuove prospettive: “Volevo allontanarmi dalle storie spensierate delle commedie romantiche. Avevo più cose per cui arrabbiarmi, per cui ridere, avere più gioia ed essere triste”. 

Così l’attore ha deciso di abbandonare il genere e quando ha annunciato la novità alla sua famiglia, Matthew si è stupito della loro reazione: “Pensavano che fossi fuori di testa”. Unica eccezione sua moglie Camila, che ha detto:  “Se è disposto a farlo, allora deve farlo sino in fondo”. 

Matthew, sostenuto dalla sua dolce metà, ha preso la sua decisione. L’artista aveva bisogno di evolversi e crescere professionalmente, ma Hollywood non era pronta per una cambio così radicale. 

Con “Ghosts of Girlfriend’s Past” del 2009 Matthew, ha la porta alle commedie romantiche e anche a Hollywood. 

Così da quel momento l’attore è precipitato nel vuoto: “È stato un periodo spaventoso e difficile”. I ruoli che voleva non arrivavano e sebbene Hollywood continuasse a inviargli sceneggiature di commedie romantiche, arrivando a offrirgli somme da capogiro, McConaughey continuava ostinatamente a rifiutare: “Per fare il protagonista di un film romantico sono arrivati ad offrirmi 14,5 milioni”. 

Non sono arrivate offerte per quasi un anno e mezzo. E l’idea che non potessi più lavorare a Hollywood diventava giorno dopo giorno sempre più reale. Il solo pensiero mi rattristava molto, ma mi andava bene. Era il momento per iniziare un nuovo capitolo della mia vita”. 

Matthew McConaughey rinasce con McConaissiance

Matthew-McConaughey-walk-of-fame

Matthew McConaughey premiato con la stella della Hollywood Walk Of Fame

Padre ex-giocatore di football e madre scrittrice, Matthew è il più giovane dei tre figli della coppia texana; molla gli studi di legge, che comunque finirà anni dopo, e intraprende la carriera cinematografica a inizio anni novanta. Da quel momento diventa il volto della classica commedia romantica. Poi la sua decisione di non accettare più parti in quel ruolo lo costringe a prendersi un anno sabbatico da Hollywood

Alla fine, sono iniziati ad arrivare i ruoli ai quali ambiva e Matthew è riuscito a mettere definitivamente in luce il suo genio attoriale, affinché tutti prendessero finalmente sul serio le qualità comiche e drammatiche, in quella che a Hollywood viene giocosamente chiamata ‘McConaissance‘.

Hollywood torna a puntargli i riflettori addosso. Da quel momento è stato un crescendo per la star. Sono arrivati i film e anche quelli da Oscar. Nel 2013 ha ottenuto un piccolo, ma significativo ruolo, in ‘The Wolf of Wall Street‘ di Martin Scorsese.

Nel 2014 ha raggiunto la vetta del successo con un Academy Award come miglior attore per ‘Dallas Buyers Club‘. Il 17 novembre dello stesso anno Matthew McConaughey ha ricevuto la propria stella sulla Hollywood Walk of Fame (stella numero 2534), durante una cerimonia a cui hanno partecipato familiari e colleghi. 

Dal 2015 l’attore è diventato docente, assieme al regista Scott Rice, del corso “Dalla sceneggiatura allo schermo” all’Università del Texas ad Austin, la stessa nella quale si era laureato.

Nel 2016 è stato il protagonista del film ‘Gold – La grande truffa’, uscito nelle sale nel 2017, diretto da Stephen Gaghan. Nel 2018 ha interpretato il criminale Richard Wershe Jr. nel film ‘Cocaine – La vera storia di White Boy Rick‘, diretto da Yann Demange. Nel 2019 ha partecipa a due film: ‘Serenity – L’isola dell’inganno‘, di Steven Knight, e ‘Beach Bum – Una vita in fumo‘, di Harmony Korine. Nel 2020 ha recitato all’ultimo film di Guy Ritchie ‘The Gentlemen’.

Oltre a considerare una corsa politica in Texas come governatore, Matthew McConaughey reciterà in ‘Sing 2‘, in uscita a dicembre.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata