Dopo le polemiche sulla speciale amicizia con Tommaso Zorzi, l'ex tronista, a LaPresse.it rivendica il coraggio di essere uomo emancipato e senza tabù

“Sono triste e basito”, così Mariano Catanzaro risponde a LaPresse.it dopo le polemiche sulla sua amicizia speciale con Tommaso Zorzi.

L’ex tronista di ‘Uomini e Donne‘, giorni fa, durante un’intervista a ‘Trends & Celebrities ‘di RTL 102.5 News aveva dichiarato di sentirsi regolarmente con Tommaso Zorzi: “Dopo la sua vittoria al GF Vip ci siamo sentiti e ci sentiamo spesso ancora. Lui è una persona veramente meravigliosa, sono attratto dalla sua testa e dal suo modo di essere. Prima non ci conoscevamo, ma dopo il reality ci siamo scritti e sentiti, stiamo organizzando per vederci e ritagliare un po’ di tempo per noi. Io credo che la nostra sia un’amicizia speciale”.

Tommaso Zorzi

Tommaso Zorzi

E aveva aggiunto: “Sono attratto dalla sua testa e dal suo modo di essere. Se sono innamorato? Sono innamorato di tutto quello che fa star bene. Non mi precludo nulla, la vita è tutta un divenire e l’amore non ha né genere e né colore”.

Dichiarazioni, quelle di Mariano Catanzaro, che avevano innescato una serie di rumors alquanto maliziosi. Molti lo avevano anche accusato di cercare solo visibilità.

Il mio non è stato un outing. Non ho mai detto di essere gay, anche se non ci sarebbe nulla di male. Le mie affermazioni sono state travisate. Alcuni giornalisti – prosegue in esclusiva a LaPresse.it – hanno sporcato qualcosa di bello, pulito e coraggioso, solo per fare clic. Viviamo, purtroppo, ancora in una società retrograda, ancorata a vecchi pregiudizi. A Tommaso voglio bene. Provo un grande affetto nei suoi confronti”.

Mariano Catanzaro si domanda e ci domanda: “Perché bisogna alludere a qualcosa che non c’è? Perché nella vita fa più notizia l’amicizia tra due uomini e non quella tra due donne? Perché l’amicizia tra due persone dello stesso sesso viene sistematicamente associata a una omosessualità latente? È semplicemente discriminatorio”. 

Mariano Catanzaro è felice per Tommaso Zorzi 

La sincera amicizia che Mariano nutre nei confronti di Tommaso Zorzi trova conferma nelle sue parole: “Sono molto contento per Tommaso, che in questo momento sta vivendo una bella storia d’amore. Sono felice per lui, che ha trovato una persona con cui iniziare un nuovo percorso di vita – dichiara a Lapresse.it – Tommaso merita di essere felice e vivere liberamente il suo amore. È una persona, bella, interessante e generosa. Mi ritengo fortunato di averlo incontrato nel mio cammino”.

E aggiunge: “I rapporti di amicizia tra uomini possono anche sfiorare la perfezione. Sono talmente incontaminati e veri da poter sfiorare la parola amore. Un’amicizia senza paletti, pura, che consente di essere veri, senza tabù. Di fare una battuta senza doversi preoccupare di essere frainteso, di essere complici e di essere affini su molte tematiche”.

Mariano-Catanzaro

Mariano Catanzaro

Mariano Catanzaro rivendica il coraggio di essere un uomo emancipato

Nella vita Mariano Catanzaro ha viaggiato molto. È un uomo cosmopolita. “Ho avuto la fortuna di conoscere altre culture, altri modi di pensare – dice – Sono stato in molte città europee. Questo mi ha dato modo di crescere come individuo e come uomo. Ho imparato e assimilato da ogni viaggio e da ogni persona. La vita è un grande puzzle. Ogni esperienza che faccio aggiunge un pezzettino in più a quel puzzle chiamato vita”.

Mariano non ha paura delle sue azioni e di esprimere le sue emozioni. In Italia è ancora un tabù dichiarare di avere un’amicizia speciale. Purtroppo, siamo un paese ancora legato a vecchi pregiudizi e preconcetti. Abbiamo paure ataviche, legate a una cultura maschile e maschilista.

E spiega: “L’amicizia, a mio modo di vedere e vivere le cose, può essere definita anche come una forma di amore, anzi tutto quello che fa star bene l’anima credo che si possa definire amore… ma purtroppo viviamo nel terrore di esternare i nostri sentimenti, soprattutto verso chi è del nostro stesso genere. Abbiamo paura di essere etichettati. Ma perché se una persona dice di voler bene ad un altro uomo e quindi di provare in un certo senso una forma di amore, deve essere subito giudicato!? Questa non è Libertà di essere ciò che si vuole. La vita è fatta di sensazioni e non di parole. Penso che tutti noi abbiamo bisogno di  riflettere su questi comportamenti”.

Mariano Catanzaro ha le idee chiare e non ha intenzione di farsi intimidire da una cultura bigotta: “Chi limita le proprie frequentazioni a persone identiche, perde l’occasione di ampliare gli orizzonti. Così facendo non lascia spazio al confronto che potrebbe arricchire la propria esperienza di vita – conclude – Non bisogna aver paura di condividere interessi o emozioni con le persone, anzi, bisogna aver il coraggio di Vivere i propri sentimenti (che sia un’amicizia o un amore), perché così facendo ci si permette di instaurare più legami affettivi e vivere esperienze diverse dal proprio ordinario, così da avere importanti occasioni di crescita personale e di apertura mentale”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata