Da Will Smith al co-fondatore di PayPal Peter Thie, la nuova applicazione sta spopolando tra le celebrity

Sembra la trama di una puntata di ‘Black Mirror’, ma la nuova app NewNew è già realtà.

Stiamo parlando della prima app che controlla la vita degli altri. Come? L’idea è venuta a Courtne Smith, consulente di vip e celebrity. Il progetto ha riscontrato subito l’interesse di diverse personalità che bazzicano sia il mondo del digital sia quello dello star system: dal co-fondatore di PayPal Peter Thie e tra i primi investitori di Facebook, all’attore Will Smith, passando per il fondo statunitense Andreessen Horowitz, l’app è risultata vincente.

NewNew si definisce “un mercato azionario umano in cui si acquistano azioni nella vita di persone reali, al fine di controllare le loro decisioni e osservare il risultato”.

Ancora in fase beta testing, l’app permette di pagare per controllare la vita degli altri. Attraverso una quota gli utenti possono partecipare a sondaggi, o proporre scelte ai creator, influenzando gli influencer in tutte le scelte quotidiane. Se si è indecisi se ordinare una pizza o del sushi d’asporto, o ancora sull’outfit da indossare, è sufficiente chiedere aiuto ai follower sui social. A differenza dei classici sondaggi sui social, NewNew permette non solo di decidere sulle scelte di vip o altri utenti, ma con l’app si possono guadagnare soldi dalla decisione presa.

NewNew controlla (a pagamento) la vita degli altri

New New, definita una via di mezzo tra TikTok e ‘Grande fratello’, è nata con l’obiettivo di mettere in contatto creator, influencer, artisti con i propri fan.
“Decidi cosa devono far le persone… e guardale mentre lo eseguono”, si legge nella descrizione sull’App Store – al momento l’app è solo disponibile per iPhone.

I creator o influencer caricano dei video sull’applicazione dando due opzioni tra cui scegliere. Gli utenti possono votare tutte le volte che vogliono, pagando circa 5 dollari per ogni scelta e i creatori guadagnano grazie ai sondaggi.
I follower, inoltre, possono anche pagare un extra di 20 dollari per chiedere ai creator o influencer di fare qualcosa, che a loro volta potranno decidere se accettare o rifiutare. Il tutto nel rispetto delle policy dell’app.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata