Nonostante le critiche, la pop star ha deciso di mantenere il suo look dal sapore afro

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Justin Bieber (@justinbieber)

 

Pochi giorni fa Justin Bieber era stato criticato aspramente per la nuova nuova capigliatura, con i dread biondi in primo piano. Il cantante era stato accusato di “appropriazione culturale”, visto che questo look è legato alla tradizione afroamericana. Nonostante tutto, l’artista ha deciso di mantenere inalterata la sua nuova immagine, con la quale è stato nuovamente paparazzato all’uscita di un locale di Los Angeles.

Justin Bieber

Justin Bieber con la moglie Hailey Baldwin

Incurante di chi pensa che un artista lontano dalla cultura afro non dovrebbe utilizzare i dreadlock per i propri capelli, Justin Bieber non ha sciolto le ciocche ed è uscito per godersi il suo sabato sera.

Il divo era stato visto per la prima volta con questa acconciatura a fine aprile, grazie a una foto da lui stesso pubblicata sulla sua pagina Instagram. Immediatamente era esplosa la polemica. Il cantante non ha però cambiato idea, tanto che alcuni fan hanno anche iniziato a fargli i complimenti.

Justin Bieber non pensa alle critiche

Ora Justin Bieber ha pubblicato nuove foto, nella quali i dread sono raccolti in due codini sulla testa. Molti dei suoi 175 milioni di follower su Instagram hanno approvato l’acconciatura come l’espressione di una nuova tendenza di moda, altri hanno invece criticato il cantautore accusandolo di appropriazione culturale.

Justin Bieber aveva già sfoggiato i dreadlock una volta, nel 2016. Anche in quella occasione la popstar era stata criticata, ma aveva risposto alle polemiche interpretando il ruolo di un surfista in un breve video girato per Instagram. Questa volta sembra, invece, non far caso a cosa dice la gente.

I dread sono stati tradizionalmente indossati dalle persone di colore nel corso della storia e sono un simbolo anche del movimento Rastafari.
Successivamente, anche grazie a Bob Marley, sono entrati nel mondo della musica diventando una moda globale. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata