Agli arresti domiciliari da quasi un mese, l'ex re dei paparazzi lancia uno shop di marijuana legale

Fabrizio Corona è tornato agli arresti domiciliari da quasi un mese, prestando servizio nel suo appartamento di Milano. L’ex re dei paparazzi è tornato a far parlare di sé lanciandosi in uno nuovo progetto.

Corona ha infatti deciso di entrare nel business della marijuana legale. Un nuovo progetto legato alla cannabis light, il canapa_cbd_shop, un light cannabis shop che ora si avvale della sua collaborazione. L’ex marito di Nina Moric nell’impresa cura la parte media e di strategia sui social. Inoltre firma i prodotti con il marchio Adalet e fa da testimonial.
Il lancio dello shop di canapa con basso thc è avvenuto su Instagram, dove tra le stories Corona ha lanciato un breve spot con in sottofondo la colonna sonora di ‘Narcos’.

Fabrizio Corona, paladino dei carcerati 

 

Fabrizio Corona testimonial del nuovo shop di cannabis legale. Foto da Instagram

Un business per una buona causa. Infatti una parte del ricavato, come si legge sul profilo social di canapa_cbd_shop, andrà in beneficienza ai carcerati, da tempo divenuti la battaglia prioritaria di Fabrizio Corona.

Infatti il Tribunale di Sorveglianza di Milano aveva accolto la richiesta dei difensori di Corona di sospendere l’esecuzione del provvedimento con cui nel mese di marzo era stato costretto a tornare in carcere. “Non è tornato a casa perché è un privilegiato o perché è famoso. E’ tornato a casa perché è stato riconosciuto che è stato commesso un errore”, avevano fatto sapere i suoi legali. Da qui, la promessa di Corona di lottare affinché siano rispettati i diritti di tutti i detenuti e sia garantita giustizia a ciascuno di loro.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata