La coppia ha cambiato nome anche su Instagram passando a @dukeandduchessofcambridge

C’è aria di rinnovamento nella Famiglia Reale. William e Kate, il Duca e la Duchessa di Cambridge, hanno deciso di sbarcare su YouTube.
I giovani reali non perdono occasione per svecchiare la loro immagine e aumentare l’engagement attraverso i social network e forse anche prendere le distanze ulteriormente da Harry e Meghan. 

Con un post su Instagram e un video teaser, William e Kate hanno annunciato di essere diventati ufficialmente degli youtubers: “Meglio tardi che mai, siamo su @YouTube” hanno scritto.
Non più Kensington Royal ma, semplicemente, Duke and Duchess of Cambridge.
L’annuncio è stato fatto con un trailer che mostra la quotidianità della coppia reale. Il video si apre con una conversazione improvvisata tra William e Kate. “Stai attenta a quello che dici ora perché questi ragazzi stanno filmando tutto”, scherza William, perfettamente a suo agio davanti alla cinepresa. L’inquadratura passa poi su Kate che ride prima di dire: “Lo so!”

Il nuovo canale di William e Kate si concentrerà sui vari progetti di beneficenza e i patrocini della coppia. Sono già state create diverse playlist, tra cui Royal Tours, Mental Health, Early Years ed Engagements, che attualmente presentano video da una varietà di altri canali YouTube affiliati alla Royal Family, tra cui The Royal Foundation, Heads Together e l’account ufficiale della famiglia reale.

William e Kate cambiano nome su Instagram

Un desiderio di cambiamento, quello di William e Kate, che non si è limitato alla loro nuova presenza sulla piattaforma controllata da Google, ma ha portato la coppia anche a cambiare nome su Instagram. Quello che prima era noto come @kensingtonroyal è ora diventato @dukeandduchessofcambridge. Un cambio di registro e una nuova strategia di comunicazione sui social: più post sulla vita privata e interazioni con i fan.
La decisione è stata molto apprezzata dai 11,8 milioni di follower su Instagram. “Mi sono abituato a ‘Kensington Palace’, ma il nuovo nome è probabilmente più appropriato”, ha scritto un utente sui social.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata