L'ex Miss Italia, alla 40esima settimana di gravidanza, cerca di stimolare il parto con la musica

Balla, sorridente e felice, mentre aspetta di abbracciare la sua piccola Luce. Cristina Chiabotto si gode gli ultimi giorni di gravidanza, cercando di prepararsi al meglio con un po’ di attività fisica. L’ex Miss Italia ha ormai raggiunto la 40esima settimana e, su consiglio dei medici, cerca di stimolare il parto con un metodo funzionale e divertente allo stesso tempo: il ballo.

Premio

Cristina Chiabotto prima della gravidanza

La bellissima 34enne mostra il suo pancione e poi comincia a muoversi a ritmo di musica, sperando che la piccola non la faccia aspettare ancora troppo. La bimba, primogenita, è frutto dell’amore con il marito, l’imprenditore torinese Marco Roscio. “Si chiamerà Luce, un nome che adoro e che mi sono tatuata sul polso il giorno del mio trentesimo compleanno, quasi cinque anni fa. Ero sulla mia isola del cuore, Formentera, e lì ho voluto suggellare con il tatuaggio l’inizio di una nuova maturità e consapevolezza”, ha ricordato Cristina Chiabotto in un’intervista a ‘Gente’, rivelando il nome scelto per la sua bimba.

L’emozione di Cristina Chiabotto

Sono uscita di casa a 18 anni con la corona di Miss Italia appena vinta sulla testa. È stato uno splendido stravolgimento, da allora non mi sono più fermata”, ha raccontato. “A 30 anni ho iniziato ad avvertire in me una maggiore luminosità interiore, un senso di quiete, di luce, appunto. E Luce è un nome dolce e un augurio per la mia bambina: quello di avere una serenità profonda, da trasmettere agli altri”. Ma la piccola avrà anche un altro nome: “Il secondo che le daremo è Maria, in onore della mia nonna che amavo tanto e che è scomparsa nel maggio dello scorso anno per il Covid. Il ciclo della vita è così: un’anima bella se ne va, un’anima bella arriva e illumina tutto”, ha detto  emozionata Cristina Chiabotto.

La modella piemontese ha scoperto di essere incinta lo scorso settembre. Si sentiva diversa dal solito, così ha comprato un test di gravidanza. “Quando l’ho fatto ero da sola a casa. Mi è bastato scorgere il risultato per iniziare a piangere di gioia. Mi sono sdraiata sul letto in estasi ma anche incredula: le sensazioni che avevo avvertito erano vere. Una nuova vita stava crescendo dentro di me”, ha detto. Adesso non le resta che aspettare ancora un po’ per ballare abbracciando la piccola Luce.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata