La cantante e attrice emiliana ha ricordato l'incontro con il grande pittore spagnolo

Irriverente, senza filtri, lanciatissima. E’ decisamente una Iva Zanicchi a luci rosse quella che, nel corso della trasmissione radiofonica Un giorno da pecora, ha confessato di aver incontrato personalmente Pablo Picasso. E di aver desiderato un flirt con il grande artista spagnolo.

Trasmissione Maurizio Costanzo Show

Iva Zanicchi nel corso di un evento

Come un fiume in piena l’artista racconta: “Ho ancora il suo autografo, me lo presentò un mio amico cantante che lo conosceva”. Poi, alla domanda su un possibile legame con il pittore, risponde: “Magari, ma lo avevo appena incontrato. Lui era con la moglie e con i figli”.

Insomma, Iva Zanicchi un pensierino lo avrebbe anche fatto. Come lei stessa ammette: “Con un genio universale così c’è solo da essere onoratissime. Come dice quel famoso film, Amarcord: Gradisca. Che altro vuoi dire?”. A quanto pare, però, sarebbe stato Picasso a non dare seguito al possibile flirt. “Non mi ha degnato di uno sguardo”, spiega Iva Zanicchi con un pizzico di ironia.

Nel corso della trasmissione Iva Zanicchi, ricoverata lo scorso anno a causa del Covid, ha anche ricordato qualche aneddoto relativo al grande artista scomparso nel 1973: “Era un uomo bello? No, era orribile anche se molto affascinante. Aveva occhi intelligentissimi, vivi, che ti mettevano quasi a disagio. Ma io gli guardavo solo le mani e pensavo a cosa avevano creato”.

Presentazione Mediaset Caterina e le sue Figlie 3

Iva Zanicchi ha incontrato anche Ungaretti e Chaplin

Iva Zanicchi racconta i suoi esordi

Non è la prima volta che la cantante, attrice ed ex politica parla del suo legame con Picasso. Iva Zanicchi aveva già rivelato questa indiscrezione qualche anno fa, nel corso di un’intervista al quotidiano Libero. In quell’occasione, l’artista emiliana aveva ricordato i suoi esordi, ammettendo di aver incontrato anche Ungaretti e Chaplin. Ma mai, prima di oggi, aveva ammesso di aver pensato addirittura a un flirt.

Insomma, nonostante i suoi 81 anni compiuti a gennaio, Iva Zanicchi è più frizzante che mai. E, a dispetto della pandemia, non si ferma. “Sto scrivendo il mio quarto libro”, aggiunge durante la trasmissione. “Il libro che io chiamo del Covid. Quando l’ho avuto mi sono salvata perché pensavo a quel che avrei scritto. Il libro si intitolerà Il volo del Nibbio. E poi sto registrando un nuovo disco, ho registrato un brano che si chiama Amore mio malgrado”, conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata