La cantante festeggia un compleanno importante. Vive con intensità il presente con Emanuel Lo, ma non dimentica quel lutto che le ha segnato la vita

“E quindi è oggi! j’amo fatta fifty rounds”, cioè “sono arrivata a cinquanta” . Lo scrive sul suo Instagram Giorgia, amatissima cantante, in occasione dei suoi 50 anni. “Comunque il tempo si piglia tante cose”, continua lei sempre sul suo Instagram, “ma ai legami dà valore e il nostro è potente da mo’! Grazie, grazie per questo affetto incredibile, vi abbraccio tutti, io e i palloncini, ciao vado a piagne”. Ironica e scanzonata come è nel suo stile, Giorgia saluta così i fan, e indirettamente fa anche una dedica delicata al “suo legame potente” col compagno Emanuel Lo (ballerino e coreografo, con cui sta da 15 anni).

Giorgia. Foto di Instagram

Prima “dell’amore potente”, il dolore

Giorgia ora è innamoratissima di Emanuel Lo. Ma prima di riuscire a raggiungere l’equilibrio per iniziare questa relazione, le è servito molto tempo. La cantante infatti, prima di Lo, ha vissuto un dolore immenso: la scomparsa del fidanzato Alex Baroni, morto in un incidente stradale nel 2002 a 36 anni.

Giorgia e la perdita di Alex Baroni

Giorgia e Alex Baroni si erano fidanzati nel 1997 e si erano lasciati poco prima dell’incidente mortale di lui, ma la loro storia non era davvero finita. “Il 2002 ha cambiato tutto. Il mio modo di essere, di pensare: tutto”, ha raccontato Giorgia a ‘Vanity Fair’, “Noi ci eravamo lasciati, ma le cose da dire erano ancora tante, troppe… Non mi rassegnavo. Avrei voluto morire anch’io, con lui. La vita ti prende a calci e tu non muori”.   

In un’altra intervista di un paio d’anni fa a ‘Verissimo’, sempre a proposito di Alex Baroni, Giorgia diceva: “Ho avuto una serie di anni di sbandamento, anni devastanti. Ci vuole del tempo per ritirarsi un po’ su. Io sono stata aiutata dagli amici e da una ventina d’anni di psicoanalisi. La sua perdita è stata una voragine nella mia vita e in quella della sua famiglia. La sera prima di morire mi aveva lasciato un messaggio sul telefono al quale non avevo risposto. Questo messaggio l’ho conservato per molto tempo, poi mi si è cancellato… credo sia stato un segno”.

Giorgia con Emanuel Lo. Foto di Instagram

Emanuel nel suo destino  

Il segno del destino cui fa riferimento Giorgia è l’incontro con Emanuel Lo: “Emanuel ha otto anni meno di me, pensavo che si sarebbe stancato, che mi avrebbe lasciata”. Invece stanno ancora insieme e hanno un figlio bellissimo, Samuel, che oggi ha 11 anni. “Finalmente, dopo sette anni in cui ci provavamo, è arrivato. Vivevo questa mancanza con grande tristezza, ma nel momento in cui ho rinunciato mentalmente all’idea di diventare madre, è arrivato questo biondino meraviglioso”.

Dai locali romani, al gotha della musica

Giorgia è considerata una delle voci più belle nel panorama musicale italiano, una voce che spazia dal jazz al soul, esplorando il blues e il rock. Ad avvicinarla alla musica è stato il padre, Giulio Todrani, membro del duo Juli & Julie e fondatore dei ‘Io vorrei la pelle nera’. Dopo varie esibizioni in locali romani, Giorgia a 23 anni, nel 1994, si è presentata, spaurita, tra le Nuove Proposte di Sanremo. È arrivata settima, ma il suo brano, ‘E poi’, è diventato uno dei suoi maggiori successi, e di lì a poco ha venduto 180mila copie, proiettandola nel gotha della musica pop italiana. Da quel momento è stata una escalation di successi e popolarità. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata