L'attrice rivela: "Vorrei qualcuno con cui condividere interessi, anche gay, tanto il sesso non mi interessa"

Eleonora Giorgi, 67 anni, è stanca di stare da sola. Una vita piena di successi ed eccessi. Al cinema lei e Ornella Muti hanno alimentato i sogni erotici di una generazione intera. Nel privato, ha vissuto amori e passioni.

L’eccesso più grande, la droga, incontrata per sopportare un dolore. L’attrice ha confessato a Peter Gomez (e in tv): “Il mio fidanzato, Alessandro Momo, perse la vita in un incidente in moto: gliela avevo prestata io. Da quel momento mi sono persa, poco dopo ho cominciato a drogarmi. È l’unica cosa che non rifarei”.

Poi la ricerca di una normalità con amori intensi (Angelo Rizzoli, Massimo Ciavarro), e infine, la solitudine pungente provata durante la pandemia: “Sola durante il lockdown: per noi donne over 60 è stata ancora più dura”, ha detto a Gloria Satta de ‘Il Messaggero’.

Ora che l’Italia riapre, intende cercare un fidanzato?

“Perché no? Intanto ho preso un pied-a-terre a Roma dove ricomincerò a frequentare gli amici, ne ho un grandissimo bisogno dopo tanta solitudine. E sarebbe bello trovare un uomo con cui condividere interessi, viaggi, emozioni”.

L’uomo ideale di Eleonora Giorgi?

“Dev’essere molto colto, magari uno studioso da cui poter imparare tante cose. Sia chiaro, lo lascerei libero di tradirmi perché il sesso non mi interessa più di tanto. A questo punto della mia vita, potrei legarmi profondamente a un gay… O creare una comune di amiche della mia età, tutte single come me. Forse è la soluzione migliore”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata