Intervista alla influencer, imprenditrice digitale e personaggio televisivo

Camilla Lucchi si sta facendo notare nel vasto mondo dei social come influencer e imprenditrice digitale.

Volto televisivo (ha partecipato tra gli altri allo show di MTV ‘Riccanza‘), classe 1996, veronese, Camilla nasce come fashion blogger. Barbara Fabbroni l’ha intervistata.

Camilla Lucchi, come si svolge la sua giornata?

“Essendo libera professionista ho la fortuna di riuscire ad organizzarmi come meglio credo. Organizzo l’agenda in base alle call e agli appuntamenti. Lavoro molto la sera. Riesco a concentrarmi meglio e, soprattutto, a sviluppare nuove idee”.

Da quante persone è composto il suo staff?

“Collaboro con diversi creativi. Siamo in 8, ma il numero di collaboratori cambia in base alle esigenze del cliente e alle attività da svolgere”.

Le parole chiave della sua professione?

“Passione e dedizione. Sono solo all’inizio e la strada è lunga, spesso insidiosa. Spero di riuscire a fare sempre meglio. E che un pizzico di fortuna mi accompagni sempre”.

Camilla Lucchi

Camilla Lucchi su Instagram

Camilla, lei ha studiato all’università Bocconi di Milano. Quanto le è servito nel suo percorso lavorativo?

“Molto. La mia esperienza di studi è stata davvero impegnativa. Soprattutto il master. Eravamo costantemente sotto pressione. Sempre a lavorare in team per i progetti di gruppo e per gli esami. Ora però devo ringraziare la Bocconi. L’abilità nel risolvere i problemi in maniera pratica, lucida e in breve tempo è l’insegnamento più grande che io abbia ricevuto”.

Quanto è difficile realizzare e costruire nuovi modelli di business?

“Cerchiamo di estrapolare il meglio da ogni nostro cliente esaltandone qualità e punti di forza. Utilizziamo il digitale per migliorare ulteriormente la performance aziendale”.

Chi sono i suoi clienti?

“Aziende di qualsiasi settore, ma principalmente moda e wellness”.

Cosa le chiedono i brand?

“Tanti hanno capito che grazie al digitale è possibile raggiungere ottimi risultati, ma pochi sanno come fare. Cerchiamo di trasformare in realtà i desideri dei nostri clienti tramite, appunto, il digital”.

Quanto è difficile accontentarli?

“Non è sempre facile. Soprattutto perché non hanno sempre le idee chiare su ciò che vogliono. Ci vuole pazienza al fine di riuscire a ‘educare’ il cliente al mondo digital”.

I social hanno trasformato il mercato, secondo lei?

“I social media e l’influencer marketing sono uno degli strumenti più utilizzati per ampliare la performance aziendale. Non è l’unica strada, ma sicuramente è molto efficace. Non per nulla moltissime aziende investono in questa direzione”.

Quanto è difficile il mondo social?

“È un mondo molto insidioso. I social hanno un enorme potere nel bene e nel male. Se non vengono utilizzati a dovere possono anche risultare molto negativi.

Nel web ci sono molti pericoli…

“Come nel mondo reale. Bisogna sempre usare il buon senso e soprattutto affidarsi a persone competenti”.

Camilla Lucchi, tre aggettivi che la raccontano?

“Carismatica, sensibile, affidabile”.

Cosa farà da grande?

“Spero la mamma”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata