La star brasiliana protagonista la scorsa estate della hit 'Se iluminaba' con Fred De Palma

Cinquantuno milioni di follower su Instagram, oltre un miliardo di visualizzazioni su YouTube, decine di premi conquistati negli anni durante una carriera iniziata quando aveva appena otto anni e che adesso la vede come una delle più popolari e influenti cantanti dell’America Latina. Parliamo di Larissa de Macedo Machado, in arte Anitta considerata da sempre un sex symbol e diventata in questi anni, secondo Billboard, una delle personalità più rilevanti sui social network.

Nata a Rio de Janeiro il 30 marzo 1993 è entrata nel mmondo dello spettacolo quando era ancora bambina iniziando la carriera musicale esibendosi nel coro della chiesa di Santa Luzia a Rio de Janeiro grazie ai nonni materni che le agevolano l’entrata. A diciassette anni vince il premio “Reveletion of music” e decide di usare lo pseudonimo Anitta, ispirandosi alla protagonista della serie tv Presença de Anita.

Oltre al portoghese, la cantante parla fluentemente inglese, spagnolo e italiano, tanto da aver inciso singoli e canzoni in tutte le lingue compresa la nostra: la scorsa estate è stata protagonista della hit ‘Se iluminaba’ con Fred De Palma. 

Nel 2013 dopo aver firmato con la multinazionale Warner, in concomitanza con l’uscita del suo primo album, Anitta, ottiene il successo internazionale con la canzone “Show das poderosas”. Nel 2014 la star brasiliana consolida il suo successo con l’uscita del secondo disco “Ritmo perfeito” e con la partecipazione ai Latin Grammy Awards dove riceve sei nomination. 

Negli anni a seguire, dal 2014 al 2018, vince l’Mtv Europe Awards come Best Latin America e cinque Best Brazilian Act. Tanti i duetti che l’hanno vista protagonista: da quello con Andrea Bocelli a quello con J Balvin, passando per Major Lazer e Cardi B fino a quello con Madonna. Una star versatile a cui anche Netflix ha voluto dedicare una docuserie biografica in sei episodi, “Vai Anitta”, per raccontare curiosità e dietro le quinte della star dell’america latina del momento. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata