Abbronzatura, bikini, acqua e fisicità. Gli ingredienti di un successo da milioni di followers e di euro - FOTOGALLERY

Insieme fanno oltre 14 milioni di followers su Instagram e un fatturato che si avvicina ai 2 milioni di euro solo nel 2020. Al loro pubblico non nascondo nulla o quasi tranne la vita privata. Mathilde e Pauline Tantot, classe 1994, sono due gocce d’acqua, due perle di rara bellezza frutto di un fortunato mix franco persiano. Da bambine siamo state spudoratamente viziate, ammettono le sorelle che sono diventate un vero e proprio fenomeno social, un modello di immagine e di intraprendenza online. Mathilde e Pauline hanno iniziato molto giovani la loro carriera di modelle, grazie alla loro luminosa avvenenza, due soli abbaglianti in un gioco di splendore raddoppiato.

MATHILDE

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Mathilde (@mathildtantot)

 Ma è il social e l’online la via lattea dei due astri nascenti bordolesi. Sex appeal, intraprendenza e disinibizione. Le sorelle iniziano la loro attività di influencer per prodotti di bellezza e bikini ed il successo è quasi immediato, la chiave di volta è quella di forzare la mano, provocare i benpensanti – dicono loro – e promuovere la libertà di costume. Il paradosso è nato: nel 2016 fondano il loro brand di bikini Khassani Swimwear, a promuoverlo sono sempre loro, solo online e sempre praticamente nude.

PAULINE

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Pauline (@popstantot)

 E’ una sorta di ripetizione ossessiva, spudorata. Mini tanga o brasiliane, topless, senza veli integrale in mare, nel lago , in bagno, ovunque. Scorrrendo la time line di Mathilde, oltre 9 milioni di di fans, o di Pauline, oltre 5 milioni di fans, triovare qualche centimetro di tessuto è una fortuna, insperata. Un gioco di contraddizioni che ruota intorno ad acqua, sole, abbronzatura, mini costumi, nudo femminile, una strategia di successo e di marketing che è diventato modello di studio per le agenzie specializzate. Chapeau les filles!

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata