Riflettori puntati sulle star internazionali che nell'era del Covid 19 sono (e non sono) riuscite a coronare il loro sogno di matrimonio

Riflettori puntati sulle star internazionali che nell’era del Covid 19 sono (e non sono) riuscite a coronare il loro sogno di matrimonio. Pandemia e lockdown sono stati una minaccia per alcune coppie che hanno dovuto rimandare i preparativi a una “data da definirsi”. Non è questo il caso dell’attrice e cantante statunitense Scarlett Johannson, che il 22 novembre ha detto “lo voglio” al marito Colin Jost, attore e sceneggiatore del “Saturday Night Live”, durante una cerimonia privata a Palisades, nello stato di New York. Anche Pamela Anderson “ha detto sì” al produttore cinematografico Jon Peters, ma il loro “matrimonio lampo” è durato poco più di una settimana. Tra le nozze più attese dell’anno rimandate a causa del Coronavirus, quelle di Jennifer Lopez e Alex Rodriguez. L’evento era già stato pianificato e si svolgerà in Italia con pochi amici e parenti una volta finita l’emergenza. La coppia non è l’unica a dover rimandare i propri piani: anche Katy Perry, in dolce attesa, e Orlando Bloom sperano nell’anno nuovo. Chi non ha dovuto rinunciare ai fiori d’arancio è la famiglia reale britannica. La principessa Beatrice di York ha coronato il suo sogno d’amore con il conte e imprenditore italiano Edoardo Mapelli Mozzi lo scorso luglio in una cerimonia “segreta” al Castello di Windsor.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata