La modella e influencer racconta e spiega alle donne come trovare e avere piacere, con gioia e senza sensi di colpa

Bella, consapevole, disinvolta. Megan Barton Hanson ha 26 anni e già un passato di celeb TV burrascosa alle spalle. Ama dare scandalo e ne ha dato prova nell’indimenticabile (in Gran Bretagna) edizione 2018 di Love Island. Disinibizione e libertà sessuale delle donne rivendicate non solo come un piacere ma come un diritto, questa la missione di Megan. Il tema è vecchio ma sempre d’attualità: darsi e dare piacere è motivo di orgogli per l’uomo mentre per la donna è vergogna, giudizio e pregiudizio dalla notte dei tempi. La sensazione di profonda ingiustizia da combattere Megan l’ha elaborata e codificata fin dai tempi del college, quando era stata etichettata come ragazza facile e mobizzata per questo. Anni difficili di sofferenza e emarginazione. “Messa all’indice soprattutto da alcuni circoli di ragazze – ha raccontato in alcune interviste -, ragazze cattive perché frustrate”. Ma la responsabilità, fa subito chiarezza Megan, non è delle donne ma di una cultura al maschile che ha coltivato per secoli l’idea e la convinzione che il piacere sessuale al maschile è legittimo, quello al femminile è solo strumentale: la donna deve godere solo a far godere il maschio, se no è una puttana, sintetizza Megan. La missione di questo angelo del sesso è dunque diventata quella di insegnare alle donne a provare, e procurarsi piacere. Disinibite, libere e gioiose. Per se stesse e il proprio benessere

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da M E G A N ? (@meganbartonhanson_)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata