Sottoscritto il patto promosso da Too Good To Go

Cameo lancia due iniziative concrete e integrate a favore della riduzione degli sprechi alimentari, obiettivo fondamentale per la tutela dell’ambiente. Lo riferisce la stessa società in una nota in cui spiega di aver sottoscritto il Patto contro lo Spreco Alimentare, promosso da Too Good To Go, l’App e azienda BCorp nata per mettere in contatto, ma anche ispirare e responsabilizzare i cittadini, gli esercizi commerciali e le aziende ad agire contro lo spreco di cibo. Oggi, attraverso la App Too Good to Go, i consumatori hanno accesso al più grande mercato di prodotti invenduti al mondo e contribuiscono in modo concreto e sensibile alla riduzione degli sprechi. Con l’adesione al Patto, Cameo si impegna su più fronti: da un lato metterà in campo iniziative formative e informative per sensibilizzare i propri collaboratori e consumatori sul tema della lotta allo spreco alimentare; dall’altro fornirà a Too Good To Go una parte dei suoi prodotti prossimi alla scadenza.

L’iniziativa ‘Sensi di Polpa’, partita a inizio giugno, nasce proprio per rendere concreto l’impegno di cameo verso la riduzione degli sprechi, in particolare della frutta, nell’anno designato dalla Fao come Anno Internazionale della frutta e della verdura. L’obiettivo è quello di promuovere buone pratiche, invitando le persone a non buttare la frutta ammaccata o imperfetta, esteticamente brutta: gusto e proprietà nutrizionali possono infatti essere preservati trasformando la frutta in confettura. Tutti sono invitati ad avere un ruolo attivo in questo cambiamento e possono partecipare accedendo al sito internet sensidipolpa.cameo.it sul quale sarà possibile inserire i kg di frutta salvati personalmente dallo spreco. L’obiettivo auspicato è quello di raggiungere i 10mila kg salvati.

Secondo l’indagine condotta da Gfk nel 2019, infatti, in Italia ogni anno finiscono tra i rifiuti dai 10 ai 20 milioni di tonnellate di prodotti alimentari. La frutta, in particolare, è in assoluto l’alimento più sprecato nel nostro Paese: circa 70 g per famiglia ogni settimana. A supporto della causa anche alcuni volti noti: Marco Bianchi, divulgatore scientifico ed esperto in materia di alimentazione, che racconta la bellezza di mangiare sano ma con gusto, e Benedetta Rossi, digital creator, da anni vicina a cameo e ai suoi prodotti, con le sue ‘ricette furbe’ per confetture e marmellate.

“Siamo convinti che, mettendo in campo azioni concrete e coinvolgendo le persone da vicino, si possa fare la differenza nella tutela dell’ambiente. È con questo spirito che abbiamo sottoscritto il Patto contro lo Spreco Alimentare e dato il via all’iniziativa Sensi di Polpa, da subito accolta con entusiasmo dai nostri collaboratori e ora aperta a tutti i consumatori”, afferma Alberto de Stasio, direttore generale di Cameo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata