Sanremo, seconda serata: 12 big, Emozione Mannoia. E' standing ovation. Il ritorno di Hunziker

La serata si apre con una nuova esibizione di Claudio Baglioni: il direttore artistico canta "Noi no". Poi canta Marco Mengoni. Ma Fiorella commuove l'Ariston. C'è anche Pippo Baudo

Doveva esserci più spazio per il varietà, e così è stato. Con la metà dei cantanti in gara, dodici su ventiquattro, si dilata il tempo dedicato a ospiti e intrattenimento nella seconda serata del Festival di Sanremo che applaude, innanzitutto, una straordinaria Fiorella Mannoia. Acclamata dal pubblico, intona il suo nuovo singolo, 'Il peso del coraggio', poi duetta con Baglioni sulle note di 'Quello che le donne non dicono', con cui vinse il premio della Critica nel 1987. Ed è standing ovation.

Dopo aver rotto il ghiaccio martedì sera, alla seconda uscita il trio alla conduzione sembra aver oliato il meccanismo. Più rilassato il conduttore-direttore artistico, decisamente meno tesi gli altri due. 'Noi no', canta Claudio Baglioni per dare il via al mercoledì sera del Festival nazionale, prima di introdurre 'fratello Sole e sorella Luna', ovvero Claudio Bisio e Virginia Raffaele, che sul lungo abito nero sfoggia due cuori: "Siete voi", dice ai suoi compagni d'avventura.

La gara inizia con Achille Lauro, che non sarà il migliore in gara ma almeno fa ballare l'Ariston. Poi tocca ad Einar e c'è spazio per il primo sketch, che vede protagonista Bisio e prende in giro Baglioni perché "nei tuoi testi non c'è la punteggiatura". E via alla lettura fonetica, accompagnata da rumori, fino al duetto sulle note di 'Tu come stai'. Poi il Claudio comico, con la consueta ironia, coglie l'occasione per prendere in giro gli haters. Legge alcuni dei tweet a lui rivolti per la giacca indossata ieri sera, uno in particolare con diversi errori grammaticali, e si rivolge alla mittente: "Teresa, io ti voglio bene. Ma rileggi sempre".

Il tempo di un'altra canzone e il Claudio cantante rende omaggio a Lelio Luttazzi e con Raffaele intona 'Il mio tipo ideale'. Sul palco sale Pippo Baudo e tutto l'Ariston è di nuovo in piedi: "Mi chiedono perché continuo ad apparire, rispondo che non si può rinunciare all'affetto del pubblico", confessa il volto di ben 13 edizioni della kermesse. Una canzone e una manciata di minuti dopo, ancora una gag, con Bisio e Michelle Hunziker che si finge malata, in collegamento telefonico, poi compare sulla scalinata e torna al festival dopo la conduzione dello scorso anno: insieme intonano 'La lega dell'amore' di Elio e le storie tese.

Canzone e nuovo siparietto, con i Claudi e Virginia nei panni della famiglia Addams, come già visto ieri: "Ci hanno preso in giro sui social, dicono che assomigliamo", rispiega Bisio. E' il momento, attesissimo, di un altro ospite: Marco Mengoni, che conquista il palco con la sua 'Hola' intonata insieme a Tom Walker. "Tornare qui è sempre emozionante - rivela il vincitore del 2013 - ma questa volta ho un 'great friend' con me". Ed è di nuovo standing ovation.

Riprende la gara: dopo Ghemon è la volta di Loredana Bertè, e il pubblico si alza in piedi ad applaudirla. "Vi amo", ringrazia lei. La serata va avanti con Virginia Raffaele sulle note dell'Habanera della Carmen di Bizet, intonatissima anche in chiave ironica. Dopo Negrita e Federica Carta con Shade finiscono le esibizioni ma non lo show: ricompare Baudo che riceve un'altra standing ovation del pubblico al grido di 'Pippo, Pippo' e riporta la memoria al 1985 quando "ebbi l'onore di consegnare un premio a chi a Fantastico aveva vinto con la migliore canzone d'amore del secolo, Questo piccolo grande amore", che pure a mezzanotte fa cantare tutti.

Pio e Amedeo - che scherzano sul Baglioni Tris - stuzzicano la polemica, poi fanno notare: "Dovremmo tutti tifare affinché si calmino le acque". E' il momento di Cocciante e di 'Bella', cantata con i protagonisti del musical, e poi del doppio piano con Baglioni - con un momento di incertezza - per la sua 'Margherita', che alla fine intona a cappella coinvolgendo il pubblico che lo applaude: "Riccardo, Riccardo".

E' quasi l'una quando Laura Chiatti e Michele Riondino cantano 'Un'avventura' che Battisti portò al Festival del 1969. Si chiude con la consegna del premio alla carriera alle figlie di Pino Daniele e con la classifica parziale della sala stampa, che premia Daniele Silvestri, Arisa, Achille Lauro, Loredana Bertè.

Classifica - La classifica parziale della sala stampa: in zona alta (blu) Daniele Silvestri, Arisa, Achille Lauro, Loredana Bertè. In zona gialla, cioè metà classifica, gli Ex Otago, Il Volo, Ghemon, Paola Turci. Nella zona rossa - bassa - Federica Carta e Shade, Nek, Negrita, Einar.

Salvini - Anche il vicepremier Matteo Salvini davanti la tv per seguire il Festival nazionale: "Evviva Sanremo!", ha twittato, postando una foto che lo ritrae davanti al televisore durante l'esibizione di Pio e Amedeo.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata