Zimbabwe, dopo referendum Ue revoca sanzioni, ma non contro Mugabe

Bruxelles (Belgio), 25 mar. (LaPresse/AP) - L'Unione europea alleggerirà le sanzioni contro la Zimbabwe dopo il referendum sulla nuova Costituzione. Lo ha fatto sapere Catherine Ashton, Alto rappresentante per gli affari esteri dell'Ue, spiegando che le misure restrittive contro 81 individui e otto enti verranno immediatamente sospese, mentre resteranno sulla lista delle sanzioni il presidente Robert Mugabe, i membri della sua amministrazione e gli alti comandanti di esercito e polizia. Un certo numero di persone con ruoli decisionali, ha spiegato la Ashton, "rimarrà soggetto a misure restrittive fino a quando elezioni pacifiche, trasparenti e credibili non si saranno tenute". Nonostante l'alleggerimento generale dei provvedimenti, la Ashton si è detta dispiaciuta per "le recenti notizie di intimidazioni e molestie nei confronti di alcuni attivisti politici e rappresentanti della società civile".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata