Yemen, Usa e Ue condannano violenta repressione delle manifestazioni

Ginevra (Svizzera), 19 set. (LaPresse/AP) - I Paesi occidentali al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni unite hanno condannato la violenta repressione messa in atto dalle forze di sicurezza yemenite contro i manifestanti antigovernativi. Gli Stati Uniti e l'Unione europea, che fanno parte dell'organizzazione di 47 Stati, hanno invitato il governo di Sanaa a interrompere l'uso della forza contro i manifestanti e a cercare una soluzione pacifica alla crisi, che dura ormai da mesi. Le forze del governo tra ieri e oggi hanno ucciso 50 persone soltanto nella capitale. L'inviato di Washington al Consiglio, Eileen Chamberlain Donahoe, ha dichiarato che gli Usa sono preoccupati dai "sempre più fastidiosi rapporti che parlano di violenze" e ha invitato Sanaa a perseguire i responsabili degli abusi contro i civili.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata