Yemen, raid sauditi contro houthi prima del cessate il fuoco: 15 morti

Dubai (Emirati Arabi Uniti), 15 dic. (LaPresse/Reuters) - Attacchi aerei della coalizione araba hanno colpito questa notte un villaggio controllato dai ribelli houthi in Yemen, uccidendo almeno 15 persone, poche ore prima dell'entrata in vigore del cessate il fuoco avviato per favorire i colloqui di pace che iniziano oggi a Ginevra, con la mediazione delle Nazioni Unite. Lo hanno riferito alcuni residenti locali spiegando che aerei da guerra hanno lanciato due raid sul villaggio di Bani al-Haddad, nella provincia settentrionale di Hajjah, al confine con l'Arabia Saudita, uccidendo 13 persone e ferendone altre 20. Altri due residenti sono morti mentre i medici stavano cercando di trasportarli in ospedale. Un portavoce della coalizione a guida saudita ha ribadito che l'alleanza non prende di mira i civili.

DA OGGI CESSATE IL FUOCO. Il cessate il fuoco, richiesto dal presidente yemenita, Abd-Rabbu Mansour Hadi per facilitare i colloqui di pace in Svizzera, è previsto dal mezzogiorno di oggi (le 10 in Italia). La coalizione sta conducendo attacchi aerei contro gli houthi da marzo, dopo che i ribelli presero il controllo di gran parte del Paese adducendo la motivazione di combattere contro la corruzione dello Stato e contro i militanti di al-Qaeda.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata