Yemen, la guerra non si ferma: 6 morti in attacco ribelli a un carcere

Milizie sciite bombardano prigione femminile a Taiz

L'emergenza mondiale per il Coronavirus non ferma la sanguinosa guerra civile in Yemen tra il governo filo-saudita e i ribelli sciiti Houti sostenuti dall'Iran. In un attacco delle milizie Houti a un carcere femminile nella città di Taiz sei persone sono morte e ci sono oltre 20 feriti, tra i quali alcuni bambini che vivono con le madri nella struttura. Il conflitto, iniziato nel 2014, ha provocato oltre 100mila morti e una crisi umanitaria con 3,6 milioni di rifugiati e milioni di yemeniti rimasti senza cibo e cure mediche.