Yemen, attacco suicida in prove parata militare a Sanaa: 60 morti

Sanaa (Yemen), 21 mag. (LaPresse/AP) - Un soldato che prendeva parte alle prove di una parata militare a Sanaa, in Yemen, si è fatto esplodere questa mattina uccidendo almeno 60 persone. Si tratta del più violento attentato nella capitale del Paese da anni. Il ministero della Difesa yemenita ha spiegato che le prove della sfilata si stavano svolgendo in vista delle celebrazioni di domani, festa nazionale. Secondo un funzionario rimasto anonimo, la bomba è stata fatta scoppiare dal kamikaze poco prima dell'arrivo sul posto del ministro della Difesa e del capo di stato maggiore, che avrebbero dovuto passato in rassegna le truppe.

Nessuno ha rivendicato la responsabilità dell'attacco, ma i soldati partecipanti alle prove erano per lo più componenti della Sicurezza centrale dello Yemen, forza paramilitare guidata da Yahya Saleh, nipote del presidente deposto Ali Abdullah Saleh. L'attentato arriva mentre il governo del presidente Abed Rabbo Mansour Hadi tenta di combattere i militanti, che hanno approfittato della destabilizzazione causata dalla situazione politica per radicarsi nel Paese. "Questo è un vero massacro. Ci sono pile di pezzi di cadaveri, arti e teste, è incredibile", ha raccontato un testimone.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata