World Press Photo 2012, da Gaza lo scatto dell'anno: è di Paul Hansen

Amsterdam (Olanda), 15 feb. (LaPresse/AP) - È del fotografo svedese Paul Hansen lo scatto dell'anno. Hansen si è aggiudicato il premio dell'edizione 2012 del concorso World Press Photo con la foto del funerale di due bambini palestinesi uccisi a Gaza in un attacco missilistico israeliano. L'immagine mostra un gruppo di uomini che trasporta i due corpi in una strada stretta a Gaza. Le vittime, fratello e sorella, sono avvolti in un telo bianco e dei bambini si vedono soltanto i volti. La forza della foto, spiega Mayu Mohanna, membro della giuria originario del Perù, "sta nel modo in cui mostra il contrasto fra rabbia e dolore degli adulti da una parte e innocenza dei bambini dall'altra". Il World Press Photo è uno dei concorsi più prestigiosi di fotogiornalismo. Sono stati assegnati premi in nove categorie a 54 fotografi di 32 nazionalità.

LA STORIA DELLA FOTO DELL'ANNO. Lo scatto risale al 20 novembre ed è arrivato al primo posto in entrambe le categorie per 'Spot news', cioè per le foto d'informazione. Ritrae il corteo funebre di Suhaib Hijazi, di 2 anni, e del fratellino di 3 anni Muhammad, uccisi quando la loro casa è stata distrutta da un raid israeliano. Con loro è stato ucciso anche il padre Fouad, il cui corpo si vede in secondo piano nello scatto. A trasportarli sono gli zii in lutto. La madre dei bambini, il cui nome non è stato fornito, si trova in terapia intensiva. Il fotografo ha raccontato ad Associated Press la storia dello scatto. "Queste situazioni sono visivamente complesse" perché "è difficile trasmettere le emozioni, riuscire a tradurre quello che sta succedendo", ha detto, spiegando la difficoltà di gestire le condizioni di luce e di rendere la presenza di una folla di persone. "Ma nel vicolo - ha raccontato - la luce rimbalzava contro le pareti, così ho pensato che fosse un buon posto per far vedere che c'era una processione, ottenendo sia l'idea di profondità che la giusta luce".

L'EMOZIONE DEL VINCITORE. "Questo premio è il riconoscimento più alto che si possa ricevere in questa professione", ha commentato Hansen ad AP. "Sono molto felice, ma anche molto triste, la famiglia ha perso due bambini e la madre è in ospedale in stato di incoscienza", ha proseguito il fotoreporter.

HANSEN VINCE 10MILA EURO,PREMIAZIONE AD APRILE. Per Hansen il premio è di 10mila euro, che riceverà nelle cerimonie che si terranno per l'inaugurazione della mostra annuale ad Amsterdam dal 25 al 27 aprile.

SECONDO PREMIO ALL'ITALIANO FABIO BUCCIARELLI. Il secondo premio per la categoria 'Spot news' è andato al fotografo italiano Fabio Bucciarelli, che ha vinto con una foto scattata per Afp ad Aleppo, in Siria, l'11 ottobre del 2012. L'immagine ritrae un combattente del Libero esercito siriano che si prepara a lanciare un razzo Rpg contro le forze governative.

IL CONCORSO. Al concorso hanno partecipato fotografi professionisti, fotogiornalisti e fotodocumentaristi provenienti da tutto il mondo. In totale erano in gara 103.481 immagini realizzate da 5.666 di 124 Paesi. Gli scatti sono stati presentati in forma anonima a una giuria composta da 19 membri e presieduta dal direttore del servizio fotografico di Associated Press, Santiago Lyon. La valutazione è avvenuta in diversi round. I giudici provenivano da Germania, Iraq, Perù, Francia, Svezia, Cina, Regno Unito, Spagna, Azerbaigian, Sudafrica, Olanda, Svizzera e Stati Uniti.

GLI ALTRI PREMI, 7 RICONOSCIMENTI AD AP. La violenza in Medioriente e i suoi effetti sui civili costituiscono un tema dominante anche nelle altre categorie di foto premiate. Associated Press ha vinto in totale sette premi. Tra questi, uno nella categoria 'Spot news' per le foto scattate dallo spagnolo Bernat Armangue a Gaza a Novembre e un altro al fotografo argentino Rodrigo Abd per uno scatto singolo nella categoria 'General news' con la foto di una donna che piange con il volto insanguinato a Idlib, in Siria. L'immagine risale al 10 marzo; la donna, identificata come Aida, era rimasta gravemente ferita nel bombardamento della sua casa da parte dell'esercito siriano, in cui erano morti il marito e due figli. Questo scatto ritrae un dolore silenzioso, che fa in qualche modo da contraltare a quello vincente di Hansen. Nelle altre categorie, Wei Seng Chen della Malesia ha vinto per esempio per lo scatto singolo in sport con la foto di quello che può essere considerato uno sport estremo in Indonesia: si vede un uomo che si aggrappa alle code di due tori mentre i due lo trascinano in un campo di riso allagato a Batu Sangkar. In gara, fra le altre categorie, c'erano anche ritratti, scene di vita quotidiana o immagini della natura.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata