Wikileaks, respinta richiesta Manning di ricusare giudice

Fort Meade (Maryland, Usa), 16 dic. (LaPresse/AP) - Il giudice che presiede la Corte incaricata di giudicare il soldato Bradley Manning, il tenente colonnello Paolo Almanza, si è rifiutato di farsi da parte ed essere sostituito da un altro giudice, come richiesto invece dal legale della difesa David Coombs. L'avvocato di Manning ha chiesto dunque la sospensione del procedimento annunciando un ricorso contro la decisione di rifiutare la ricusazione. Il soldato Bradley Manning, che domani compie 24 anni, è accusato di aver passato informazioni al sito Wikileaks. Se il giovane venisse riconosciuto colpevole rischierebbe l'ergastolo. Oggi la difesa aveva chiesto la ricusazione del giudice principalmente perché è un procuratore del dipartimento della Giustizia, dicastero che sta conducendo un'indagine penale contro il fondatore di Wikileaks Julian Assange.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata