WikiLeaks, rabbia di Anonymous per troppi banner raccolta fondi

Londra (Regno Unito), 12 ott. (LaPresse/AP) - Anonymous ha espresso rabbia nei confronti di WikiLeaks per la presenza di troppi banner per la campagna di raccolta fondi. Diversi utenti Twitter legati al gruppo di hacker, uno dei principali sostenitori di Julian Assange, hanno pubblicato messaggi di condanna per le pubblicità apparse di recente. I banner coprono parti del sito web e chiedono donazioni oppure di condividere la campagna per la raccolta fondi su Facebook e Twitter. Gli esponenti di Anonymous hanno dichiarato che questi contenuti non si addicono alla devozione di WikiLeaks a chiarezza e trasparenza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata