Wikileaks, liberata la talpa Chelsea Manning dopo 7 anni di carcere
Obama aveva annunciato la commutazione di parte della sua pena a gennaio

Chelsea Manning, l'ex soldato Usa condannato per avere passato migliaia di documenti riservati a Wikileaks, è stata rilasciata dal carcere militare di Fort Leavenworth, in Kansas, dopo avere scontato sette anni di detenzione. Lo conferma a Bbc un portavoce dell'esercito degli Stati Uniti. Manning era stata condannata a 35 anni di carcere, ma l'ex presidente Usa Barack Obama aveva annunciato la commutazione di parte della sua pena a gennaio, prima del termine del suo mandato. In base alla commutazione della pena il rilascio era previsto proprio per oggi, 17 maggio. Chelsea Manning, nota in precedenza come soldato Bradley Manning, è nata uomo ma, dopo la condanna per spionaggio, ha rivelato che si sentiva una donna. Ha dunque chiesto di essere chiamata con il nome femminile Chelsea e ha rivendicato il diritto al cambio di sesso in carcere.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata